Coronavirus: Gallera, evoluzione positiva ma ancora sforzi

Condividere

"I nostri ospedali stanno iniziando a respirare, i dati evidenziano che il nostro sforzo sta producendo risultati" ha dichiarato l'assessore al Welfare, Giulio Gallera. Sono passati 4-5 giorni di costante linea che non aumenta. Si apre una nuova giornata che ci vedrà ancora una volta aspettare i dati ufficiali dei contagi da coronavirus in Lombardia, tra le regioni più colpite dall'emergenza. Abbiamo 49.118 positivi, +1.598 rispetto a ieri. I dimessi sono diventati 13.242, 222 piu' di ieri (+791), mentre i decessi sono arrivati a quota 8.656, 345 piu' di ieri (+351). I tamponi effettuati sono 141.877 (+6.826). Tutto questo è semplicemente falso. Altrove abbiamo messo in campo tende provvisorie, qui a Brescia le realtà pubbliche e private si sono messe insieme per ricavare nuovi posti, senza ricorrere a misure estreme come altrove, questa è la forza di Brescia, che deve essere consapevole e orgogliosa. "Oggi la situazione non è così, è ancora complessa ma in miglioramento", ha aggiunto l'assessore.

Uefa, lettera sui calendari 2020: "Possibilità di giocare luglio e agosto"
Intervistato dalla 'ZDF' il numero uno del calcio europeo spiega: "Non credo che la decisione del Belgio sia quella giusta". Ecco il testo della lettera: " Qualunque decisione di sospendere i campionati sarebbe prematura e non giustificata ".

Giornata Mondiale della Consapevolezza sull'Autismo
Perugia, "Oggi, 2 aprile , ricorre la Giornata mondiale della consapevolezza dell'Autismo , indetta dall'Assemblea delle Nazioni Unite ".

Brescia, Cellino: "Tornare in campo è una follia, non schiererò la squadra"
Tra i presidenti più fermamente convinti a chiudere la stagione senza tornare in campo c'è Massimo Cellino . Alla 'Gazzetta dello Sport' spiega infatti: "Dopo lo stop prolungato nessuna squadra tornerà come prima".

"Si sta per fortuna riducendo la pressione sui Pronto Soccorso e sugli ospedali, è un primo importante segnale". Non siamo in fase di riduzione continua significativa. "L'ordinanza del presidente della Regione - spiega la Nota - introduce anche l'obbligo, per chi esce dalla propria abitazione, di proteggere se stessi e gli altri coprendosi naso e bocca con mascherine o anche attraverso semplici foulard e sciarpe". Ci dicono che siamo eroi. La mascherina prodotta da Fippi "ha tutti i requisiti tecnico-scientifici, ma abbiamo bisogno della validazione dell'Istituto Superiore di Sanità per cominciare a distribuirla, perché occorre questo marchio e che sia validato, ma ripeto rispettano tutti i requisiti scientifici perché il Politecnico le ha perfettamente controllate". Ora è guarita ed è uscita dalla malattia.

Condividere