Taranto, primo maggio di parole e solidarietà

Condividere

Primo Maggio a Taranto senza il Concertone organizzato dai Liberi e Pensanti, ma già cominciate le attività che porteranno, come era stato annunciato, alla produzione di un DocuFilm, che racconterà la storia di Taranto e le battaglie di chi la abita con l'intento di dare a lavoratori e cittadini la piena dignità e sicurezza.

Questo l'elenco degli attori e musicisti che nel documentario faranno da megafono alle battaglie dei compagni del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti e delle altre realtà aderenti all'iniziativa. Annunciati anche gli artisti che prenderanno parte al docufilm.

La conferenza stampa è stata l'occasione per tornare a parlare della tragedia, non troviamo altro termine più adatto per descriverla, dei lavoratori e dei cittadini di Taranto, schiacciati dall'incudine dell'Ilva che con l'inquinamento ha causato migliaia di morti e il martello della necessità di un futuro che mette su due piatti della bilancia la scelta tra il diritto alla salute e quello al lavoro. La manifestazione principale è storicamente quella di Piazza San Giovanni, ma nel corso degli ultimi anni ha preso sempre maggior importanza "Uno Maggio Libero e Pensante " di Taranto.

Elio Germano, Carolina Crescentini, Zerocalcare, Ghemon, Vinicio Capossela, Piero Pelù, Brunori Sas, Samuel, Manuel Agnelli, Rodrigo D'Erasmo, Niccolò Fabi, Negramaro, Elisa, Coma_Cose, Mama Marjas, Gabriella Martinelli, Fabio Rondanini. Taranto pone quesiti che non possiamo continuare a ignorare, non solo a livello nazionale, ma globale. Ci saranno anche gli interventi di Chef Rubio, lo scrittore Cosimo Argentina e il regista Andrea Segre con il suo documentario su Marghera.

Читайте также: Covid-19: Dal 4 maggio anche i 'fidanzati stabili' potranno incontrarsi

Dopo le critiche a Giuseppe Conte da parte del Comitato dei cittadini liberi e pensanti di Taranto sono arrivate anche le parole di Antonio Diodato, direttore artistico anche lui di Uno Maggio Taranto e vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo: "Subito dopo la vittoria del Festival di Sanremo ho voluto dedicarla a Taranto, una città in cui bisogna fare molto rumore".

La musica al servizio della politica e del discorso sociale e non come protagonista del Primo Maggio di Taranto. Arricchiscono il film le testimonianze degli studiosi di ecologia politica e storia ambientale Stefania Barca e Emanuele Leonardi, attualmente impegnati nella stesura del Green New Deal for Europe. "Un tempo stravolto, un tempo di relazioni nuove da costruire, di zoom interminabili, di fonti documentali da ricercare e contenuti da creare ex novo. Un periodo che ci ha permesso di inventare un nuovo modo di lavorare nell'emergenza e di coinvolgere creativi che potessero aiutarci a strutturare tutto ciò che andava materializzandosi davanti a noi".

In questa edizione, poi, c'è uno spazio ad hoc pensato per Emergency e per chi non ha diritto alla cura. E non solo per il lockdown in atto per le restrizioni da coronavirus, ma anche per rispetto alle migliaia di morti e di malati. Non è possibile pensare alla nostra salute come una cosa privata, c'è bisogno di un impegno collettivo affinchè sia tutelata per tutti. Non è facile riuscire a concretizzare un pensiero sul da farsi e su quali possano essere i rimedi ad una situazione così assurda.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere