MotoGP, in casa Ducati è incertezza sul futuro di Dovizioso

Condividere

Sono riuscito a gestire bene la gara: avevo degrado al posteriore, sono molto felice, era importantissimo tornare a lottare per la vittoria e alla fine la vittoria c'è. E al momento non sembra esserci spazio per lui nelle squadre di primo profilo.

"Non ho piani in questo momento, ma nel motorsport le cose possono cambiare molto velocemente". Poi se ci sarà la possibilità, dipenderà se arriveranno delle proposte interessanti. Rossi ha poi concluso: "Alla fine è stata una bella gara, partire dopo l'incidente non è stato facile. Il santo dei motociclisti oggi ha fatto un grande lavoro". Si tratta solo di un episodio di gara, oppure Zarco deve rivedere qualcosa nel suo stile di guida? "È sicuramente è vero che a volte io e Andrea avessimo punti di vista differenti, ma abbiamo litigato per migliorare le prestazioni complessive del gruppo".

Andrea Dovizioso, per adesso, non ha ancora intenzione di appendere casco e tuta al chiodo.

Читайте также: Coronavirus: la Spagna sfiora i 3mila contagi giornalieri, 2.846 in Francia

"Ci sono vari modi di correre".

Una frase sibillina, che contiene anche uno sfogo che potrebbe essere legato al suo ultimo addio a Ducati, arrivato proprio perché le sue indicazioni non erano prese in considerazione come avrebbe voluto Casey. "Per me che sono abituato a stare davanti non ha senso". Ma a 310 km orari, in quella situazione, nella MotoGP non puoi far più niente. Con la mente libera e il cuore sollevato dall'aver trovato la soluzione giusta alla propria situazione, riuscirà a centrare il tanto agognato Titolo Mondiale in sella alla Rossa che manca dal 2007? Ma Dovizioso, grazie alla vittoria di oggi, si avvicina a quota 56.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere