Addio a Cesare Romiti, storico manager della Fiat di Gianni Agnelli

Condividere

Nel 1976 diventa amministratore delegato in un triumvirato con Umberto Agnelli (lo stesso anno eletto senatore della Dc in un collegio romano) e Carlo De Benedetti (resta alla Fiat solo tre mesi).

Addio a Cesare Romiti, morto all'età di 97 anni. Poi altre tappe: Gemina, la presidenza di Rcs.

Caduto il Muro di Berlino, gli anni Novanta si aprono con il progetto sfumato di una fusione con Chrysler e continuano con Romiti proiettato su una strategia di diversificazione degli investimenti di Corso Marconi, dalle assicurazioni all'editoria fino alle costruzioni. Momento chiave della sua esperienza la famosa Marcia dei colletti bianchi, i quadri Fiat che scendono in piazza a Torino nel 1980 per protestare contro gli scioperi dei sindacati in un momento di grave crisi economica. Una visione ampia, che con gli anni però diventa sempre più complesso rendere profittevole.

Padre Higuain: "La Juventus vuole Gonzalo. Non rescinderà il contratto"
Come scrive questa mattina Tuttosport , la Juventus vorrebbe voltare pagine in attacco e trovare un nuovo partner e CR7 che possa prendere il posto di Higuain .

Sportmediaset - Milan, frenata nel rinnovo di Ibrahimovic: Raiola alza le pretese
Le due parti avevano infatti raggiunto un accordo sulla base di un contratto da 5 milioni di parte fissa più uno di bonus. ATTESA - Sicuramente spiazzata, la dirigenza rossonera è in fase di riflessione per trovare un nuovo accordo.

Emma Marrone ha trovato l’amore? La foto che ha acceso il gossip
Emma Marrone continua a professarsi single , ma gli ultimi avvistamenti sembrano smentirla. Nato nel 1991, ha 29 anni e di professione fa il modello .

Costituirà poi la "Fondazione Italia-Cina", atto che gli varrà il titolo di cittadino onorario della Cina e quello di professore onorario dell'Università Donghua di Shanghai.

Due caratteri diversi, l'approccio morbido di Umberto Agnelli, spesso in contrasto con il "pugno di ferro" di Romiti. Una condanna per falso in bilancio, poi revocata nel 2003 quando non era più reato, porta a Romiti la solidarietà pressoché unanime del mondo imprenditoriale italiano. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Romiti è stato presidente della Fiat dal 1996 al 1998, in sostituzione proprio di Agnelli, di cui era il braccio destro. Così Cesare Romiti in un'intervista del 2017 a Tv2000.

Condividere