Carta: "Mercato del Cagliari equilibrato e lungimirante"

Condividere

Pierluigi Carta, direttore sportivo del Cagliari, ha rilasciato una intervista ai microfoni di 'Sky' e ha iniziato il botta e risposta parlando del suo nuovo ruolo nel Cagliari: "Il 3 agosto il presidente mi ha chiesto disponibilità per questo ruolo e io ho subito dato disponibilità, sono al Cagliari da tanti anni e conosco bene questo ambiente". Se ci fossero la disponibilità economica e quella dell'Inter, per noi sarebbe importante proseguire per un'altra stagione con Nainggolan. Anche a Roma è sempre stato molto importante per quello che riesce a trasmettere ai compagni. Lui è il classico sardo acquisito, già l'anno scorso ci ha scelto nonostante le tante pretendenti.

"Non abbiamo noi la palla".

Berlusconi positivo. Si era incontrato con Briatore in Gallura
Nel frattempo, il Covid colpiva anche altri Berlusconi , tra cui di certo il trentunenne Luigi . Berlusconi potrebbe aver contratto il virus in Sardegna .

Armine Harutyunyan accusata di aver fatto il saluto romano
Onestamente, i miei sentimenti erano contrastanti, perché ero sia felice che un po' confusa. Anche solo per questo Armine Harutyunyan è una ragazza che canta fuori dal coro.

Chiellini: "Ecco la verità su Sarri, Pirlo? Conosce tutti, bisogna resettare"
L'ANNO IN PIU' - "Abbiamo una Nazionale composta da tanti giovani che avranno un anno di esperienza in più". RIPARTENZA SERIE A - "Visto quanto successo in questi mesi non si può parlare di ripartenza normale".

Sottil e Zappa in dirittura d'arrivo? "Non è un nostro giocatore e la palla non è tra i nostri piedi". "Dobbiamo fare un mercato equilibrato e lungimirante, creando patrimonio per il club. Stiamo trattando questi nomi e siamo in definizione, sono giocatori funzionali al gioco del tecnico e al progetto del club". "Per noi Leonardo è un giocatore importantissimo, non è in uscita". Sappiamo cosa può dare al nostro gruppo in termini di personalità e leadership. "Per ora non abbiamo avuto nessuna richiesta ufficiale, se dovesse arrivare la valuteremo, ma non abbiamo intenzione di sperarci da Leonardo".

Condividere