Agnelli: "Ricavi giù di 4 miliardi: molti club a rischio crisi"

Condividere

Andrea Agnelli si è rivolto così all'Assemblea dell'Eca, l'organismo che raggruppa le società di calcio d'Europa, riunito oggi, chiedendo l'unità delle società del Continente per fare fronte alla crisi.

"Quello che ci ha mostrato la pandemia è uno degli elementi su cui ho sempre puntato, ovverosia che i rischi imprenditoriali ricadono sempre sui club".

Superbike Teruel 2020 in Spagna: Superpole a Rea, Rinaldi 2°. I risultati
Jonathan Rea non può far altro che accontentarsi del secondo posto con Michael Rubén Rinaldi che sale sul terzo gradino del podio. Bene Caricasulo, in costante miglioramento , male Melandri che ha come miglior risultato il dodicesimo posto di oggi in gara2.

TikTok, muore a 15 anni dopo aver partecipato alla Benadryl Challenge
La Benadryl Challange spinge i ragazzi a prendere una dose eccessiva di antistaminici. L'ultima sfida però si è trasformata in un caso di cronaca nera .

Paris Saint Germain, altri tre positivi al Coronavirus. L'Equipe: "C'è anche Icardi"
Infatti, il regolamento della Ligue 1 prevede che con 4 o più casi di positività al COVID-19 la partita possa essere rinviata. Il club parigino ha confermato tre nuovi casi di positività al Coronavirus dopo i test effettuati sulla squadra.

Il presidente della Juventus e dell'ECA ha parlato delle conseguenze del coronavirus: "Il 90% sarà relativa ai soli club". Abbiamo tutti giocato in stadi vuoti, non è quello che vogliamo vedere e non solo per l'atmosfera, ma perché una fonte importante di ricavi è stata completamente cancellata. "Siamo in procinto di finalizzare i conti con la UEFA con una riduzione di circa 575 milioni (euro) per le competizioni internazionali per club", ha spiegato ancora Agnelli, riferendosi agli sconti per le emittenti. Secondo la mia opinione, sarà difficile rivedere le stesse cifra nel momento in cui andremo a ritrattare gli attuali accordi. Dopo l'analisi e la descrizione della crisi che il calcio affronta e affronterà nei prossimi mesi e anni, l'appello ai club: "Dobbiamo avere una comprensione abbastanza coerente di quale sia stato il significato, a livello economico, per i club. Il drammatico crollo dei ricavi è relativo, come detto, soprattutto ai club: credo e ho paura che alcuni dei top club, singolarmente, avranno perdite maggiori rispetto ad intere federazioni". Le cicatrici di questa crisi saranno profonde per tutti noi.

La parola torna ad Agnelli: "Siamo tutti connessi, sappiamo la responsabilità che abbiamo come organizzazione. Ciò che è importante è che noi club iniziamo a breve un dialogo e che parliamo con un'unica voce", ha concluso.

Condividere