Lazio, Tare: "Mercato? Abbiamo avuto diversi problemi"

Condividere

Tre punti in casa del Cagliari.

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell'esordio in Campionato contro il Cagliari. Sarà una stagione difficile, ma vogliamo iniziare al meglio il nostro cammino. L'anno scorso è stato esaltante, un continuo di emozioni.

"Sono felice per noi, perché da neopromossa non abbiamo mollato, siamo andati sotto e siamo riusciti a pareggiarla, per poi addirittura vincerla".

Genoa, dopo Perin anche Schone positivo al Covid-19 - Sportmediaset
Il Genoa sarà, come da protocollo, costretto ad un nuovo ciclo di tamponi, che potrebbero arrivare nella mattinata di domani. Un ritardo di tre ore obbligatorio, considerando le dinamiche venute fuori alla vigilia di questo match.

Calciomercato Roma, in l’attacco idea dal Real Madrid: contatti per Borja Mayoral
Borja Mayoral , che per lungo periodo è stato a un passo dal vestire la maglia della Lazio , è vicino all'approdo in giallorosso.

In Italia 1.640 nuovi casi e 20 morti
In Italia i casi di Coronavirus sono 304.323 dall'inizio dell'epidemia (+1.786 nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 1.640). Le più colpite sono Lazio (238), Lombardia (182), Campania (156), Veneto (119), Sicilia (108), Liguria (105).

"Non mi piace fare graduatorie, partiamo dietro come al solito ma sono fiducioso perchè alleno una squadra seria e di valore. Io e miei giocatori dobbiamo ancora conoscerci bene a vicenda: non è una scusante ma semmai uno stimolo in più per cercare di migliorare velocemente".

Già, Marusic che è stato il migliore in campo, governando la fascia sinistra e offrendo anche ad Immobile la palla del secondo gol. Dice Inzaghi: "Volevamo un altro inizio, sia a livello numerico che di calendario".

"C'è ancora tempo per intervenire sul mercato. Non avrò invece Bastos, Luiz Felipe, Vavro, Lukaku e purtroppo Muriqi, fermato in Turchia dal Covid-19". Ho chiesto a tutti il massimo, anche Parolo mi ha dato la disponibilità per giocare più arretrato. Non è facile affrontare una squadra come quella biancazzurra, gioca insieme da anni e ha molti elementi di qualità che si conoscono bene. Era un ragazzo che si poteva prendere subito, ma anche lui non si allena a tempo pieno da diverso tempo. Alla fine, però, nonostante qualche dubbio l'uruguaiano dovrebbe partire titolare al centro della difesa. Il serbo ha saltato le ultime due amichevoli, ma questa settimana mi ha soddisfatto.

Condividere