Incidente Kart a Lonato, la FIA apre un’inchiesta: "Gravi conseguenze"

Condividere

Come previsto nel pomeriggio la FIA ha annunciato di aver aperto un'inchiesta sugli incresciosi episodi che hanno visto protagonista Luca Corberi: "La FIA e l'ACI - si legge nella nota diramata dalla Federazione Internazionale dell'Automobile - sono profondamente preoccupate per gli eventi inquietanti accaduti ieri durante il Campionato del Mondo FIA Karting KZ a Lonato, in Italia, che hanno coinvolto piloti, membri del team e funzionari di pista". Il pilota, figlio del proprietario della pista, ha preso un paraurti del suo mezzo, si è avvicinato a bordo pista e, dopo aver aspettato il passaggio del rivale Paolo Ippolito, con cui aveva avuto un precedente scontro in gara, gliel'ha scagliato addosso.

E' stato necessario l'intervento di altri piloti e tecnici per sedare la rissa.

Oltre a tanto agonismo, sorpassi e anche divertimento, cosa ci si può aspettare da una gara di kart?

"Questo comportamento è inaccettabile nel nostro sport".

Rio Ave - Milan: il regolamento dei preliminari di Europa League
Donnarumma; Calabria , Kjaer , Gabbia , T.Hernandez; Bennacer , Kessiè; Castillejo , Calhanoglu , Saelemaekers; Colombo . Il Milan di Pioli torna in campo in Europa League , dopo la vittoria nel terzo turno preliminare contro il Bodo/Glimt .

Il cancro non si ferma, le sue ultime decisioni
Una battaglia che l'attrice americana ha combattuto con forza anche se ora le sue ultime parole fanno temere il peggio. Per molti è stata e sarà sempre Brenda , l'iconico personaggio che l'ha lanciata ai tempi di Beverly Hills 90210 .

Juventus-Han Kwang-Song, Onu: violate sanzioni alla Corea del Nord
Le sanzioni Onu chiedevano agli Stati membri di inviare in patria i lavoratori nordcoreani all'estero entro dicembre 2019. Diventa un caso internazionale il trasferimento di Han dalla Juventus all'Al-Duhail .

A Lonato era presente anche Felipe Massa, che è Presidente della Commissione Kart FIA da quasi tre anni. "Non ho parole per descrivere questo comportamento", ha postato il doppio campione di Formula E, Jean-Eric Vergne.

Il 23enne italiano ammette le proprie colpe e si batte il petto: "Vorrei scusarmi con la comunità del motorsport per quello che ho fatto", esordisce.

Un momento di follia che rischia di rovinare una carriera. "Dopo la gara, una volta convocato dai giudici sportivi, ho chiesto loro di togliermi la licenza perché ero pienamente cosciente dei miei errori irreparabili, ma come mi hanno dimostrato non hanno il potere di fare ciò, è scritto nel regolamento internazionale, quindi per favore, non siate contro di loro, stavano solo facendo il loro lavoro nel miglior modo possibile". La mia famiglia è nel kart dal 1985, l'abbiamo visto crescere, abbiamo visto la parte migliore e quella peggiore.

"Non chiedo indulgenza alcuna, perché non ne merito". A rendere ancora più assurdo l'episodio il fatto che Luca Corberi non sia più un ragazzino. "Sarò totalmente d'accordo con punizioni richieste", continua il ragazzo.

Condividere