Alba Dorata è una 'organizzazione criminale'

Condividere

A 7 anni dall'omicidio di Pavlov Fyssas, rapper greco ucciso con due coltellate al cuore nel 2013, è arrivata la sentenza definitiva dal tribunale di Atene. Giorgos Roupakis (militante di Alba Dorata) e Nikos Michaloliakos (leader del partito) sono stati dichiarati colpevoli.

Tra i 68 imputati nel processo al partito neonazista c'era anche Nikolaos Michaloliakos, leader del partito di estrema destra. Il verdetto è stato accolto con un applauso dalle migliaia di manifestanti antifascisti che si erano radunati fuori dal tribunale.

Covid, impennata di nuovi casi in Italia: come a metà aprile
Ieri sera il Consiglio dei ministri ha approvato la proroga dello stato di emergenza per il Covid fino al 31 gennaio 2021. Sono 65.952, in Italia , le persone attualmente positive al Covid-19 .

Incidente Kart a Lonato, la FIA apre un’inchiesta: "Gravi conseguenze"
Il 23enne italiano ammette le proprie colpe e si batte il petto: " Vorrei scusarmi con la comunità del motorsport per quello che ho fatto ", esordisce.

Pioli "Crotone da rispettare, sarà una settimana importantissima"
Semplice come una passeggiata per il Milan sfidare il Crotone: la differenza tecnico-tattica tra le due squadre è stata davvero enorme.

Alba Dorata ottenne 18 seggi nel 2012, quando la Grecia era alle prese con la grave crisi finanziaria che portò all'intervento della Troika. Non solo, tra gli appartenenti, Yorgos Roupakias, è stato riconosciuto come colpevole dell'omicidio del 2013 del rapper e attivista Pavlos Fyssas e per questo rischia l'ergastolo.

Il pronunciamento ha scatenato il giubilo in Aula ma anche violenti scontri fuori dal Palazzo di Giustizia: gli agenti hanno usato gas lacrimogeni e un cannone ad acqua per disperdere un gruppo di dimostranti che ha attaccato la polizia con bombe molotov ai margini di una manifestazione con oltre 15mila persone (secondo le stime delle autorità). E se il partito operasse come organizzazione criminale. Il verdetto contro il partito Alba Dorata appare chiaro: gli estremisti vengono considerati membri di un'organizzazione criminale. Alla sbarra nel processo, 68 i membri del partito convocati.

Condividere