OMS: il 10% della popolazione mondiale potrebbe aver contratto il coronavirus

Condividere

Grazie per quello che potrai fare!

ROMA La notizia è arrivata come un arcobaleno a fine giornata, alla fine di una giornata faticosa: secondo l'Oms entro fine anno potrebbe arrivare il vaccino.

Moltissimi Paesi al mondo ci stanno lavorando e molte sono state le date annunciate per una possibile somministrazione. "Il futuro dipende dalle scelte che facciamo collettivamente".

Ryan ha aggiunto tuttavia che un eventuale vaccino anti coronavirus: "Non sarà una bacchetta magica, ma uno strumento aggiuntivo che dovrebbe essere aggiunto a una strategia globale per combattere questa malattia". Lo ha dichiarato il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, durante un incontro del board dell'Oms. Attualmente ci sono 40 diversi vaccini nello stadio del trial clinico. Proprio quest'ultimo sembrerebbe essere in una fase già piuttosto avanzata di test. La maggior parte degli studi mostra che la sieroprevalenza risulta inferiore al 10%, ma gli studi sui lavoratori in prima linea e in alcune aree ad alta intensità stimano che sia superiore al 20%.

Giro d'Italia, Lopez si ritira Brutta caduta durante la prima tappa VIDEO
Il colombiano è rimasto per qualche minuto a terra per essere poi caricato in ambulanza e portato in ospedale per gli accertamenti.

Giulia De Lellis devastata dai brufoli Faccio fatica a guardami allo specchio
Ed esce di casa ben vestita e profumata. "Se la nostra pelle non sarà il nostro punto di forza, valorizzeremo altro". L'ex fidanzata di Andrea Damante fa i conti ormai da parecchio tempo con questo fastidiosissimo problema estetico.

Ausilio: "Skriniar non è sul mercato. Kanté? Abbiamo otto centrocampisti in rosa"
Kanté? E' parte importante del Chelsea , gioca tutte le partite, non mi risulta sul mercato, ma penso che sia giusto parlare di questi 8 che abbiamo: "con loro iniziamo e andremo avanti".

È questa la stima dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, per quanto riguarda l'estensione a livello internazionale del Covid-19.

Nel mentre però l'Oms è già pronta per sostenere la popolazione di tutto il mondo all'uso del vaccino.

L' Oms ha già messo in campo il programma Covax che mira a fornire a tutti i paesi del mondo un accesso equo ai vaccini, una volta che saranno stati autorizzati e approvati. "Ma allo stesso tempo dobbiamo investire in nuove tecnologie".

Condividere