FERRERO, Fatti passi avanti, non si muore di Covid

Condividere

La politica non mi interessa molto ma se dovessi candidarmi, visto che tutti mi tirano dalla giacchetta... E così i due conduttori gli hanno chiesto un parere sulle prossime elezioni comunali e sul totosindaco: "Io sono un po' presuntuoso, faccio arte, sono un artista di strada". Ci sono dei professoroni che fanno una cosa che non si può dire, paragonano le discoteche agli stadi.

"No, io questo virus lo rispetto tutta la vita ma abbiamo i mezzi per affrontarlo". Gli scienziati vanno in televisione e ognuno dice qualcosa di diverso.

Quante persone farebbe entrare allo stadio? "Ma se allo stadio Olimpico, dove c'è una capienza di 70mila posti, ne metti 20 mila, nemmeno li vedi". Io direi almeno un 30%. Perché sono un esercente di cinema e faccio e calcio.

Grande Fratello Vip, i concorrenti sono pilotati? Le pesanti accuse
Il noto presentatore e direttore di Chi ha confermato che presto: "Un nuovo concorrente gay entrerà nella Casa del GF Vip ". Molti, infatti, affermano che non fosse necessario dichiarare l'entrata di un nuovo concorrente etichettandolo come gay .

Amazon Prime Day: le offerte più interessanti per Xbox One
Quest'anno, a causa della pandemia di COVID-19 , il Prime Day non si è tenuto nel mese di luglio, come in precedenza. Insomma, queste offerte fanno da "antipasto", ma "il meglio deve ancora venire", come direbbe qualcuno.

Semplici: "Sono stato vicino ad allenare il Genoa"
Queste le sue dichiarazioni: "È stata fatta una buona squadra". "L'Inter ha fatto una campagna acquisti importante". Ci sono bravi attaccanti , forse più di lui, ma non hanno le sue caratteristiche.

CRISTIANO RONALDO POSITIVO - "Gli faccio tanti auguri, è un uomo meraviglioso e tra una settimana starà bene". Cerchiamo di non enfatizzare tutta questa cosa.

Al Genoa ci sono stati tantissimi casi. Oggi grazie a Dio abbiamo capito che basta un tampone per uscire. Ma è una cosa fastidiosissima. "Io sono romano di sette generazioni, conosco ogni sanpietrino di questa città". Per Ferrero la situazione di emergenza riguarda non solo la salute fisica: "L'incertezza uccide le menti delle persone - ha detto -. Per cultura e sport lo Stato non dà niente".

Condividere