Palestre e piscine misure anti-Covid più severe in arrivo: ecco cosa cambia

Condividere

Nell'ultima bozza circolata sul nuovo Dpcm, che dovrebbe entrare in vigore da domani 26 ottobre fino al 24 novembre, il governo punta innanzitutto a ribadire una serie di raccomandazioni sulla vita quotidiana.

Sarà raccomandato, secondo la bozza del nuovo decreto "a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune". Ad esempio sono sospese le attività di piscine, palestre, centri natatori, centri benessere, centri termali fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l'erogazione delle prestazioni rilevanti nei livelli essenziali di assistenza.

"Con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza".

Il nuovo DPCM riguarda molteplici attività. La ristorazione con consegna a domicilio rimane "sempre consentita".

Chiuse palestre e piscine, il governo consentirà invece l'attività sportiva di base e l'attività motoria, svolte all'aperto presso centri e circoli sportivi restano, invece, consentite nel rispetto delle norme di distanziamento e senza assembramento. Stop anche ai parchi divertimenti. "Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto", sempre secondo quanto prevede la prima bozza del Dpcm.

Milan Roma probabili formazioni: sfida tra Ibrahimovic e Dzeko
Oggi il Milan ha annunciato due nuove positività tra i calciatori più altri tre membri del gruppo squadra . Quindi non ci vuole uno scienziato per capire che per entrambe le squadre è vietato perdere.

Messi: "Il duello con CR7 rimarrà per sempre"
Su Giornal.it Calciomercato LIVE ogni giorno con tutte le notizie più importanti e gli aggiornamenti più eclatanti. Il rientro di De Ligt consentirebbe a Pirlo di avere un'alternativa in difesa vista l'emergenza.

Mascherine e distanza abbassano di 1'000 volte la carica virale
Non a caso per carica virale si intende la concentrazione del virus nell'organismo, l'organismo di colui che è già infetto e contagiando altri individui sani fa da vettore del virus .

"Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casino'". Tuttavia "è consentito l'accesso di bambini e ragazzi a luoghi destinati allo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative, anche non formali, al chiuso o all'aria aperta, con l'ausilio di operatori cui affidarli in custodia e con obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza predisposti in conformità alle linee guida del Dipartimento delle politiche della famiglia". Restano vietate le partite e gli allenamenti di calcetto e basket amatoriali mentre sono consentite le "competizioni professionistiche nonché dilettantistiche di livello nazionale".

"È raccomandata la differenziazione dell'orario di ingresso del personale anche da parte dei datori di lavoro privati".

Sono sospese, si legge, le "procedure concorsuali pubbliche e private, ad esclusione dei casi in cui venga effettuata la valutazione dei candidati esclusivamente su basi curriculari e/o in maniera telematica". La bozza con le nuove misure anti-Covid, si precisa dal governo, è in via di definizione e potrebbe subire ulteriore cambiamenti.

Regione Lombardia ha chiesto di mantenere aperti i locali sino alle 23, oltre a palestre, piscine, cinema e teatri. "Una cosa è chiedere il rispetto delle regole igienico sanitarie, un'altra è punire interi settori già messi a dura prova dalla crisi - è la dichiarazione che trapela da Palazzo Lombardia - Non ci potranno essere nuove chiusure di interi settori senza il contestuale ristoro dei mancati incassi. Non possiamo chiedere ad intere categorie che hanno investito una montagna di denaro per rispettare le norme anti Covid di chiudere senza prevedere le risorse per dipendenti, affitti, bollette e fornitori".

Condividere