Addio Sean Connery: la sua eredità

Condividere

L'attore Sean Connery aveva avuto un figlio, Jason, nell'unione con Diane Cilento, con cui è stato sposato dal 1962 al 1973. Senza timore che il pur eccellente, glaciale, imperturbabile Daniel Craig (anch'egli al termine della staffetta bondiana) possa scalzarlo nel ricordo degli spettatori, occasionali o esperti.

È noto anche per l'interpretazione dell'incorruttibile poliziotto irlandese Jimmy Malone in The Untouchables - Gli intoccabili con il quale ha vinto l'Oscar al miglior attore non protagonista e un Golden Globe per il miglior attore non protagonista.

Malato da tempo, così vogliono voci indiscrete, si era ritirato dalle scene nel 2003, dopo la sua ultima interpretazione di Allan Quatermain in La leggenda degli uomini straordinari, e si era trasferito a Nassau alle Bahamas, dove si è addormentato per sempre. La verità probabilmente non verrà mai a galla ma, ciò che è certo, è che Sir Sean mancherà tantissimo al cinema internazionale.

Cresciuto quasi in povertà, il giovane Connery ha lavorato come lucidatore di bare, lattaio e bagnino prima che il suo amore per il body building lo aiutasse ad avviare una carriera nella recitazione. Primo e indimenticabile volto di James Bond, l'agente 007 con licenza di uccidere al servizio dell'MI6, Connery è diventato un'icona in men che non si dica.

Читайте также: Allarme terapie intensive, "Non siamo pronti": LA SITUAZIONE REGIONE PER REGIONE

Sean Connery ci ha accompagnato in tanti ruoli memorabili per il nostro immaginario cinematografico ed è anche per questo che l'addio a questo fiero 90enne scozzese suona più amaro. Nel 1953 ha anche partecipato al concorso Mister Universo, piazzandosi al terzo posto.

È in questo periodo della sua carriera che Connery plasma la sua figura di attore coraggioso e mai autoreferenziale, disposto a seguire le indicazioni di registi più o meno affermati, sacrificando una possibile vita semplice e di conservazione del proprio status ai piani alti di Hollywood sull'altare dei progetti ambiziosi che parlano di mondi lontani. Il posto piacque tanto anche all'inventore di Bond, il romanziere inglese Ian Fleming, che scelse la Giamaica, in particolare Port Antonio, come buen retiro per scrivere altri capitoli della serie nella sua tenuta "Goldeneye", frequentata da amici come Elizabeth Taylor e Truman Capote e oggi resort di lusso tra acque trasparenti, foreste tropicali e montagne rigogliose. Tra le frasi celebri tratte dai suoi film ricordiamo "Si chiamava il tuo cane "Indiana" da "Indiana Jones e l'ultima crociata". Ha definito un'era e uno stile.

Dalle sue dichiarazioni emerge un ritratto di uno Sean Connery pieno di vitalità, adorabile, passionale con le donne, capace di capire al volo le persone.

La casa è nota a tutti come "James Bond MansionEd è stato acquistato dall'attore negli anni '70".

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere