Covid, Oms: "Virus mutato, contagi da visoni in Danimarca"

Condividere

Tentativi di fermare la variante di coronavirus erano stati già presi, senza successo, in Danimarca, il più grande produttore al mondo di pellicce di visone. Una concentrazione geografica che ha spinto alcuni esperti a chiedere l'isolamento di quest'area soprattutto dopo che gli esami più recenti condotti dall'SSI hanno confermato il timore che questo virus modificato indebolisce la capacità dell'organismo di formare anticorpi, rendendo potenzialmente inefficaci i vaccini in fase di sviluppo per il Covid-19.

La situazione nel mondo è davvero molto allarmante e pericolosa. Ma la tabula rasa programmata dal governo danese ha una ragione ben specifica. La mutazione nel virus, sempre stando alle parole del primo ministro, è stata trovata in 12 persone nella parte settentrionale del Paese.

Inoltre, è ormai noto che gli allevamenti di visoni costituiscono un grande serbatoio di virus che aumenta il rischio di diverse nuove mutazioni virali. Gli abitanti della regione, che ha numerosi allevamenti di visoni, saranno invitati a lavorare da casa.

GFVip, annullato il televoto di questa settimana: ecco il motivo
La produzione, in ogni caso, chiarisce che quanti abbiano espresso il proprio voto tramite SMS verranno rimborsati. Come riporta il sito di Fanpage , diversi potrebbero essere i concorrenti interessati da questo provvedimento .

Caso Lazio, cosa rischiano i biancocelesti. Il punto
Poi li abbiamo ripetuti e Immobile , Leiva e Strakosha sono risultati negativi quindi domenica sono scesi regolarmente in campo. Sul metodo: "Penso che il Synlab, il laboratorio dell'UEFA, utilizzi gli stessi test che si usano qui".

DAYDREAMER, anticipazioni puntata di sabato 7 novembre 2020
Sanem e' preoccupata per sua sorella, teme che la scelta di Leyla sia condizionata dalla sua frustrazione nei confronti di Emre . Nella puntata di sabato 31 ottobre Ceyda rivela a Can che Fabbri sta per lanciare un profumo .

Mike Ryan, direttore esecutivo del programma per le emergenze sanitarie dell'Oms, ha chiesto l'avvio di una ricerca scientifica su larga scala sulla trasmissione del virus dagli esseri umani ai visoni e viceversa.

L'esportazione di visone costituisce quasi l'1% del PIL della Danimarca. Nelle scorse settimane sono già stati uccisi gli animali di 400 allevamenti dove c'erano casi di infezione da Covid-19 o che erano molto vicini ad altri allevamenti dove ce n'erano. Lo ha annunciato il primo ministro danese Mette Frederiksen, dicendo che tale abbattimento di massa "è necessario".

Lo Statens Serum Institut conclude dichiarando che: "proseguire nell'allevamento di visoni durante una epidemia di Covid-19, comporta un elevato rischio per la salute pubblica". Per rendere più rapido l'abbattimento degli animali saranno impiegate polizia, esercito e guardia nazionale. Secondo la Reuters, il ministro della Sanità danese avrebbe affermato di 783 persone infettate nel nord della Danimarca, circa la metà ha avuto infezioni derivanti dagli impianti di allevamento di visoni.

Condividere