CORONAVIRUS: la SITUAZIONE negli OSPEDALI è TRAGICA, parla il prof. RICCIARDI

Condividere

Secondo l'esperto "bisogna invece estrapolare i dati a livello provinciale".

Lo dice intervistato da La Stampa, Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza e professore ordinario di Igiene alla Cattolica.

Gli studi sul vaccino sono in ritardo, "non sono ancora arrivati i dati della sperimentazione allargata di fase 3 né del vaccino di AstraZeneca, previsti per ottobre, né di Pfizer che dovevano arrivare questa settimana", avverte Ricciardi.

Durante la puntata di ieri di Che Tempo che fa, Walter Ricciardi ha lanciato un monito a tutta Italia flagellata dal Covid.

Intanto non si placano le polemiche sul sistema a 21 indicatori che ha diviso l'Italia in tre colori, soprattutto da parte delle Regioni che lamentano di essere state inserite in una zona piuttosto che in un'altra sulla base di dati ormai superati.

Milan, Maldini: "Calabria è diventato importante per noi. Lovato? È interessante"
Sullo scudetto: "Non potrò essere dispiaciuto se non avremo vinto lo scudetto, lo sarò se non avremo fatto il massimo". Non bisogna porsi limiti. "Sarebbe fantastico, per me e per tutti i tifosi".

Xbox Series X|S: ci sarà un evento di lancio globale
Per tutti coloro che le ricevono in anticipo, siete i benvenuti: accendete e iniziate a giocare! Discorso diverso invece per GameStop: non tutti i negozi resteranno aperti.

Coronavirus Calabria, 358 contagi e 4 morti: il bollettino
Altra Regione o stato Estero: CASI ATTIVI 232 (232 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 117 (116 guariti, 1 deceduto). Stabile il numero di pazienti ricoverati in rianimazione, 11.

Per affrontare nuove chiusure drastiche Ricciardi consiglia maggiore unità, sia in politica (nazionale e regionale) che tra i cittadini ed i professionisti, per affrontare quella che si profila come una tragedia nazionale. Per questo motivo propone di far partire "una catena di comando unica e dobbiamo prendere decisioni rapide".

"Non c'è dubbio. Servono dei veri lockdown cittadini e spetta ai governatori proclamarli". Ai microfoni dei colleghi del quotidiano torinese, il collaboratore del ministero della salute ha fatto capire che potrebbero non bastare gli appelli al buon senso nei confronti degli italiani.

Ricciardi ha parlato chiaramente di una situazione che è già fuori controllo, tanto da considerare il lockdown - anche in salsa metropolitana - "l'unica soluzione possibile".

A preoccupare Ricciardi è anche la situazione negli ospedali: "I posti letto sono già saturi, il rinvio di ricoveri e interventi sta già facendo aumentare del 10% la mortalità per malattie oncologiche e cardiovascolari", ha spiegato.

"Non è facile - afferma - fronteggiare un'epidemia di questa portata, soprattutto dopo anni di tagli alla sanità".

Condividere