Vaccino Covid, l’annuncio della Pfizer: "Il nostro efficace al 90%"

Condividere

Il candidato vaccino Pfizer-BionTech ha un'efficacia del 90% nel proteggere da Sars-Cov-2, secondo i primi dati di Fase 3 analizzati da un Comitato indipendente che si è riunito ieri, si legge sul 'Washington Post'.

"Vogliamo agire in modo europeo e non seguendo una linea nazionale". Pfizer e BioNTech puntano a produrre 1,3 miliardi di dosi entro il 2021: ed è subito chiara la difficoltà di coprire tutta la domanda. Ovviamente Pfizer ha sottolineato che la buona notizia odierna non può essere presa come definitiva. Si prevede che il via libera alla messa in commercio arrivi, almeno negli Stati Uniti, entro novembre. A strettogiro di posta dovrebbe essere la volta dell'Europa. Al momento l'indice Ftse Mib segna un progresso del 4,67%, il Dax avanza del 4,92% mentre a Parigi il Cac 40 segna un +6,55%. La distribuzione dovrà avvenire a meno 80 gradi. Il vaccino è adatto alle persone tra i 16 e gli 85 anni.

Читайте также: Il GP Arabia Saudita debutterà in Formula 1 nel 2021!

Gli ottimi risultati, anche se non ancora definitivi, consentono di accelerare il passo verso una diffusione su larga scala del vaccino. Il vaccino si basa su una delle tecnologie più innovative e avanzate, adottata anche da altre due grandi aziende in corsa: la tedesca Curevac e l'americana Moderna, che nella ricerca sul vaccino contro la pandemia collabora con l'Ente statunitense di ricerca sulle malattie infettive, il Niaid diretto da Anthony Fauci, e con la Coalion for Epidemic Preparedness Innovation (Cepi). L'Ema, l'Agenzia europea del farmaco, ha già iniziato la sua valutazione a ottobre e conta di portare a termine l'iter il prima possibile. Lo afferma in un commento dell'annuncio il virologo Ian Jones, dell'università britannica di Reading, ipotizzando un risultato potenzialmente migliore persino di quello - considerato finora in pole position sul fronte delle speranze anti Covid - fatto filtrare di recente sulla sfondo della stessa fase 3 per il prototipo sviluppato dall'ateneo di Oxford assieme al produttore farmaceutico AstraZeneca e con la collaborazione dell'azienda italiana Irbm di Pomezia. Il quale a dicembre sarà sperimentato nell'Azienda ospedaliera di Modena. Tuttavia resta ancora un'incognita la durata dell'efficacia. Quando abbiamo intrapreso questo viaggio 10 mesi fa, questo era ciò che aspiravamo a ottenere.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere