Cane positivo al Covid, a Bitonto il primo caso accertato in Italia

Condividere

In questo caso, invece, il veterinario ha scoperto il coronavirus tramite diversi tamponi positivi (nasali, orali e rettali), ma il titolo virale è particolarmente basso: ciò significa che il cane non è in grado di infettare gli esseri umani, perché il Sars-CoV-2 è presente in quantità piuttosto modeste.

A causa della pandemia di covid-19 che ha coinvolto l'intero mondo, sempre più persone si sono chiuse in casa per scongiurare il contagio del virus e in moltissimi si stanno dedicando alla risoluzione di enigmi e rompicapi per tenersi impegnati e per sfidare le proprie capacità visive e intellettive.

"A livello mondiale tutti i casi di cani e gatti che spesso sono più sensibili al coronavirus e sono positivi, sono asintomatici".

Vaccino Covid, l’annuncio della Pfizer: "Il nostro efficace al 90%"
Al momento l'indice Ftse Mib segna un progresso del 4,67%, il Dax avanza del 4,92% mentre a Parigi il Cac 40 segna un +6,55%. Si prevede che il via libera alla messa in commercio arrivi, almeno negli Stati Uniti, entro novembre .

MotoGP GP Europa: Apoteosi Suzuki, primo trionfo di Mir davanti a Rins
Sono riuscito a gestire la situazione e a finire la gara in 11a posizione, che non era male visto come eravamo messi. Fuori dalla top ten pure Franco Morbidelli: undicesimo ed ormai lui pure ai margini della caccia al bottino grosso.

Voto Usa: Joe Biden è il 46esimo presidente degli Stati Uniti d’America
Così la ex segretaria di Stato ed ex candidata democratica alle presidenziali , Hillary Clinton, su Twitter. La sua vice sara' Kamala Harris , la prima donna di colore a ricoprire tale incarico. "Avanti, insieme".

Il consiglio del professore è quello di non allarmarsi e anzi di proteggere i propri animali da compagnia: qualora un componente della famiglia risultasse infetto, è doveroso consegnare momentaneamente il proprio animale a qualche amico o parente sano, attuando il principio della massima cautela. Gli animali, insiste Decaro, "non sono un pericolo per la nostra salute". E saranno circa una ventina i casi conosciuti - prosegue Decaro - con una carica batterica molto bassa e quindi non infettante. "Come anche il caso della barboncina di Bitonto".

Il professor Decaro coordina un importante studio dell'Università di Bari che "è stato condotto su 919 animali del Nord Italia esaminati tra marzo e giugno". Di questi alcuni erano conviventi con pazienti Covid (64 cani e 57 gatti), tutti sono risultati negativi. La sua curiosità era innanzitutto quella di comprendere in che modo l'animale poteva essere stato contagiato.

Per ora, comunque, nulla di preoccupante, ma vi aggiorneremo appena ulteriori studi chiariranno ancora meglio la questione del primo cane positivo al Covid in Italia, dopo gli ultimi riscontri avuti a Bitonto. "Il rischio di contagio dal cane o dal gatto - ha sottolineato Decaro - è quasi zero".

Condividere