Eriksen, attaccando Conte: "In campo la gente vuole me, non lui"

Condividere

Christian Eriksen è arrivato all'Inter da campione assoluto e potrebbe andarsene da totale incompreso. Vedremo se l'affare riuscirà a decollare a queste condizioni: i due club sono pronti a trattare, l'Inter vuole piazzare il centrocampista.

Dal Portogallo sono sicuri: l'Inter hanno messo nel mirino Darwin Nunez. Non è quello che avevo sognato. "E' sempre successo così in ogni realtà dove sono andato".

Galliani: "Pirlo? Sono orgoglioso, Milan grande palestra per allenatori. Gli dissi..."
Io credo che il calcio dovrebbe essere trattato come altre aziende, invece viene considerato come lo sport delle prime donne. Ciò che mi rende orgoglioso è che Andrea è diventato un allenatore del gruppo del Milan , siamo stati una grande palestra.

Covid: torna positivo poi negativo, giallo per Valentino Rossi
Stamane si è sottoposto un ulteriore tampone e la negatività al coronavirus è stata confermata . Un problema tecnico alla sua Yamaha lo ha costretto ad arrendersi.

LAZIO, Polemica L. Alberto: "Lotito quando ci paghi?"
Il trequartista spagnolo ha da poco rinnovato il suo contratto con la Lazio , firmando un nuovo accordo fino al 30 giungo 2025.

Si respira quindi ottimismo, e si pensa che l'assemblea di mercoledì darà finalmente il via libera a un'operazione cruciale in un momento in cui il Covid sta mettendo a dura prova prova il calcio italiano, stretto tra costi certi e ricavi in forte calo. Nella peggiore delle ipotesi, che poi è quella che si sta verificando, lo si potrà rivendere anche a un po' più di quella cifra: ragionamento di Marotta, anche se non di Conte che il sacrificio lo voleva subito per Vidal. Una brutta figura, che conferma come noi abbiamo problemi nei problemi: alcune hanno negato la disponibilità dei giocatori per le Nazionali, altre l'hanno concessa. Per questo motivo, nella prossima sessione di calciomercato, il club meneghino potrebbe fare qualcosa per rinforzare ulteriormente la rosa a disposizione del proprio allenatore, Antonio Conte. Il costo del lavoro è sproporzionato rispetto al fatturato, soprattutto gli ingaggi dei giocatori. Gli sponsor hanno iniziato a ridurre gli investimenti pubblicitari portando una contrazione e un contenzioso con le aziende per circa il 20 per cento del fatturato.

Condividere