Stop a medici di famiglia per cure a casa. Regione farà ricorso

Condividere

"Diteci come sono stati spesi i 780 milioni per le Usca" urlano proclamando lo stato di agitazione perché tutta l'assistenza territoriale è sulle loro spalle.

I Medici di Medicina Generale (MMG) si sono rivolti al Tar Lazio sostenendo che, per effetto dei provvedimenti regionali impugnati, tra i quali l'Ordinanza del Presidente della Regione Lazio n. Z00009 del 17.3.2020, i medesimi risultano investiti di una funzione di assistenza domiciliare ai pazienti Covid impropria, che per legge (art. 8 D.L. n. 14/2020 ed art. 4-bis D.L. n. 18/2020) dovrebbe spettare solo alle Unità Speciali di Continuità Assistenziale, istituite dal legislatore nazionale d'urgenza per tale scopo. Se questo non è possibile, i medici si renderanno disponibili a farli ai propri pazienti e a quelli di altri colleghi, a turno, in strutture dedicate messe a disposizione dalle aziende sanitarie, dai comuni o dalla Protezione civile.

Dal controllo a campione eseguito dall'associazione - che non ha alcun valore statistico ma è puramente indicativo, e ha coinvolto 16 città (Roma, Catanzaro, Bologna, Aosta, Torino, Napoli, Perugia, Firenze, Catania, Trento, Palermo, Trieste, Campobasso, Ancona, Cagliari, Milano) - è emerso che nel 41% dei casi le telefonate ai medici, pur essendo state effettuate negli orari di apertura degli studi, hanno avuto esito negativo, a causa di mancata risposta, di linea perennemente occupata o di risposta di una segreteria telefonica.

L'Ordine dei Medici interviene sulla carenza di vaccini antinfluenzali
Mentre la Regione Piemonte (4,3 milioni di abitanti) ha fatto 380mila vaccini su 1,1 milioni di dosi ordinate. L'anno scorso in provincia di Modena si erano vaccinati più di 131mila persone, di cui 93mila ultra 65enni.

Covid, Abruzzo verso zona rossa e lockdown: attesa l'ordinanza
Per questo, riteniamo che sia stato sufficiente un atto di responsabilità , applicando il principio di dichiarare, da mercoledì, l'Abruzzo .

Turchia, prima fila per Lance Stroll e Max Verstappen
Buona prova di Antonio Giovinazzi con l'Alfa Romeo, che partirà dalla quinta fila al fianco di Valtteri Bottas. La gara comincerà alle 11.10: diretta su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201).

"Nella seconda ondata, 9 degli 11 medici morti erano medici di famiglia". "Le Usca attivate sono in numero ridotto e per questo non riescono a svolgere il lavoro che sono chiamate a fare per legge". "Il potenziamento dei servizi territoriali non è stato fatto e si è tradotto in una grave perdita di tempo, anche sul tracciamento". "Noi medici siamo disponibilissimi, ma il sistema va finalmente organizzato".

- "Nel prevedere che le Regioni "istituiscono" una unità speciale " (Usca) per la gestione domiciliare dei pazienti affetti da COVID-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero", la citata disposizione rende illegittima l'attribuzione di tale compito ai MMG, che invece dovrebbero occuparsi soltanto dell'assistenza domiciliare ordinaria (non Covid)". "Chiediamo tutele per tutti i colleghi ammalati senza copertura Inail", invocano spiegando di dichiarare lo stato di agitazione "per segnalare all'intera opinione pubblica i rischi del tracollo della medicina territoriale e conseguentemente le serie ripercussioni sulla popolazione".

Condividere