I carabinieri sulle tracce delle bombole di ossigeno

Condividere

Troppe erano le bombole nelle case e si stava cercando di recuperarne altre per i pazienti domiciliari con Covid. Il Centro Sub Campi Flegrei di Pozzuoli ha infatti organizzato la raccolta delle proprie bombole per la donazione ai malati di Covid curati in casa.

Da aprile, nessuno però si è preoccupato di ordinare in tempo le bombole, in vista di una possibile seconda ondata di Covid-19, e "questi contatti arrivati a distanza di mesi", durante i quali non si è mosso nulla "ci hanno colto di sorpresa". Intanto anche altri si danno da fare, come la Capitaneria di porto di Napoli che ha offerto alla Croce rossa cittadina "bombole per chi ha realmente bisogno". In Campania potete consegnare le vostre alle Capitanerie di Porto. Vuota non serve, quindi se avete bombole vuote per ossigeno gassoso restituitele alle farmacie aperte al pubblico. Dunque anche con un ordine fatto oggi "le consegne avverrebbero a partire da gennaio", spiega l'Ad di Faber, Giovanni Toffolutti. L'ossigeno terapeutico è un farmaco salvavita, per cui riconsegnare le bombole è una gesto di responsabilità verso chi ne ha bisogno. "Mostriamo ancora una volta di avere un grande cuore". "Al momento abbiamo ancora solo una richiesta di quotazione da parte di Invitalia", sottolinea ancora Toffolutti, ma "i tempi tecnici non si possono abbattere". Specie in alcune regioni, come ha messo in evidenza il monitoraggio di Federfarma.

BOMBOLE D'OSSIGENO IRREPERIBILI IN FARMACIA, GRAVI DISAGI PER PAZIENTI ASSISTITI A DOMICILIO
Napoli, l'appello dei medici: "Donare bombole di ossigeno può fare la differenza"

"A questo proposito - segnala l'Agenzia -, anche la CTS sta valutando la possibilità di predisporre una scheda sull'uso dell'ossigeno, analoga a quelle definite efficacemente per i farmaci COVID, a supporto di un utilizzo responsabile dell'ossigenoterapia, che ottimizzi l'uso delle risorse in questa fase di difficoltà operativa".

Le richieste di ossigeno nelle farmacie sono tantissime, e arrivano anche da persone non contagiate, ma che per paura vorrebbe approvvigionarsene.

Ballando: Mussolini cambia partner, e adesso?
In questi mesi io mi sono divertito tanto con te e sono felice di quanto mi hai insegnato, di quanta forza mi hai trasmesso. Ci siamo dati tantissima energia a vicenda e credo che tu lo debba fare per te stessa, ma anche per me ".

Juve, Morata ha convinto tutti: possibile riscatto in estate - Sportmediaset
Una cifra che in casa Atletico non hanno intenzione di ridiscutere, come si evince dalla parole del presidente Enrique Cerezo . L'indiscrezione circola da giorni ed oggi sull'argomento è intervenuto il presidente dell'Atletico Madrid .

Lutto a MasterChef Junior: il dolore di Gordon Ramsay
Nonostante tutto non si era mai separato dai suoi amati fumetti , che leggeva anche durante i ricoveri più duri in ospedale. Così nel 2017 Ben aveva deciso di partecipare al programma, pochi mesi dopo la tragica morte dei suoi genitori .

Condividere