Agenzia Fitch: conferma rating Italia BBB con outlook stabile

Condividere

L'agenzia internazionale Fitch conferma il suo giudizio sull'Italia, con rating a BBB-, un solo gradino sotto il rating sicuro investment grade e outlook stabile. "Nelle sue stime, Fitch attualmente presume che l'Italia utilizzerà la quota di sovvenzione del Next pari allo 0,4% e allo 2,2% del Pil 2019 nel 2021 e 2022, ma attualmente non tiene conto di alcun utilizzo della componente prestito". "L'elevatissimo debito pubblico - continua - e la crescita economica strutturalmente debole continueranno a pesare sul rating". Nella sua analisi l'agenzia spiega che la pandemia da coronavirus "ha avuto un impatto significativo sull'economia italiana" e che "la debolezza della crescita del Paese pesa, insieme all'elevato debito, sul rating".

Le divisioni all'interno della maggioranza sulle riforme e sulle priorità, persiste ed ha il potenziale di ritardare l'implementazione di strategie credibili di medio termine, scrive l'agenzia di rating. "Nel nostro punto di vista però il contesto politico è stabile nel breve termine".

Napoli, ecco i murales della stazione intitolata a Maradona
Sul Ricorso al Collegio di Garanzia. "Aspettiamo con tranquillità e serenità il Giudizio di Terzo Grado". C'erano anche il presidente De Laurentiis e anche Victor Osimhen .

Papa Francesco ai nuovi ambasciatori: "La pandemia sta aggravando le disuguaglianze"
Papa Francesco parla di amicizia sociale, tema a lui caro, e ripropone un concetto più volte espresso durante il suo pontificato. Si tratta di raggiungere una meta: "la meta è che arriviamo a parlare non più di loro ma solo di noi" afferma ancora il Papa .

Dragusin nuovo pupillo di Pirlo? "Fortissimo, deve migliorare lì"
Radu Dragusin ha fatto il suo esordio con la Prima Squadra della Juventus mercoledì scorso in Champions contro la Dinamo Kiev . Andrea Pirlo ne ha parlato a Juventus TV alla vigilia del derby col Torino .

Le divisioni più importanti, sottolinea Fitch, riguardano ora i finanziamenti alla ripresa dell'economia.

M5S e PD, comunque, difficilmente vorranno andare ad elezioni anticipate, non fosse altro che per raccogliere i frutti politici di una stagione di ripresa economica quale sicuramente sarà quella post-Covid.

Condividere