Coronavirus: Magliocca, Il vaccino? Dopo l'ultimo medico, dopo l'ultimo infermiere

Condividere

Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini degli infermieri (Fnopi) e direttore sociosanitario dell'ASST Nord Milano, tra i primi a ricevere stamattina il vaccino anti-Covid.

Sono già due le notizie di due persone risultate positive al Covid-19 dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino di Pfizer-BioNTech. Ad esserle stati rivolti minacce ed insulti. Il suo sorriso ci ha raccontato una storia di forza e speranza.

Quando iniziano i saldi invernali 2021 in Toscana
Come ogni anno, le Regioni hanno la possibilità di muoversi liberamente definendo il calendario dei saldi. Il 2 gennaio partono in Basilicata , Sicilia , Campania , Molise e Valle d'Aosta .

Covid Hospital di Bosco, rabbia contro De Luca: 'Noi dimenticati'
Anche il presidente De Luca ha preso parte al V-Day che si è svolto in Regione Campania come nel resto del paese. De Luca non vuole rischiare un aumento dei casi e invita alla prudenza.

Covid: in Lombardia 2.656 nuovi casi e 65 morti
Le vittime tra i positivi al Covid nelle ultime 24 ore sono state 505, mentre ieri erano state 553. Riprende però il trend di graduale discesa dei ricoveri negli ospedali lombardi.

La prima vaccinata d'Italia contro il Covid, l'infermiera Claudia Alivernini, ha dovuto chiudere i suoi account social perché subissata da insulti.

Tra le "reazioni avverse" molto comuni ci sono stanchezza, mal di testa, brividi, febbre o dolori articolari, mentre tra le reazioni "rare", come per tutti gli altri vaccini, ci sono quelle allergiche, che possono presentarsi con orticaria, gonfiori o respirazione difficoltosa. Aveva altresì lanciato un appello invitando tutti a fare lo stesso. I primi cento vaccini saranno riservati agli operatori sanitari e ai medici che sono in prima linea nel fronteggiare l'emergenza. Che quotidianamente nelle corsie di ospedale vede vite spezzarsi, intere famiglie scomparire. "Il reato paventato - si legge sul quotidiano - è quello di furto di identità, senza contare le eventuali minacce". Nelle prossime ore potrebbero giungere degli aggiornamenti in merito. Chi l'ha costretta a eliminare i suoi social e la sta minacciando dovrebbe vergognarsi. E a marzo si partirà con la campagna vaccinale per tutto il resto della popolazione. Una data simbolica in cui in tutta Italia infermieri, medici ed ospiti delle RSA si sottopongono - in anteprima - al vaccino contro il Covid-19. "Un gesto altamente simbolico e un grande spirito di abnegazione per il proprio lavoro", ha sottolineato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, aggiungendo: "Claudia non ha avuto alcuna reazione avversa e ha subito voluto riprendere l'attività". Un ringraziamento sincero va al personale amministrativo che in queste ore si sta adoperando, senza sosta, per garantire l'espletamento di tutte le necessarie procedure.

Condividere