Domenicali e la nuova Formula 1: "Voglio una Ferrari al top"

Condividere

Stefano Domenicali, ex team principal della Rossa e da quest'anno nuovo Ceo della F.1, ai microfoni di Sky Sport auspica una Ferrari in grado di tornare agli antichi fasti e lanciare la sua sfida a una Mercedes che non ha ancora annunciato il rinnovo di Lewis Hamilton.

Poi tuffandosi sul tema calendario, Domenicali aggiunge: "Siamo in contatto con tutti gli organizzatori delle 23 gare in programma". L'unica cosa che posso anticipare, anche se deve essere formalizzata - ha concluso - è che le gare partiranno alle 14, alle 15, alle 17 e non con i 10' in più. "L'ora piena, insomma, e non alle 14.10, 15.10".

E a proposito di passato per il CEO della Formula 1 è inevitabile parlare di uno dei suoi vecchi amori, la Ferrari, che nel 2021 è chiamata a riscattare l'ultima deludente stagione: "Rispetto a quanto successo lo scorso anno, abbiamo tutti bisogno di una Ferrari competitiva e che torni a giocarsi le proprie carte in un contesto non facile, me ne rendo conto". Ma sono convinto che, anche se i regolamenti saranno stabili, le cose miglioreranno. Hanno avuto modo di lavorare sulla power unit e mi aspetto che siano vicini all'obiettivo di tornare veramente in lotta per la vittoria.

La Germania proroga il lockdown fino al 14 febbraio
In Germania è stato prorogato almeno fino al 14 febbraio il lockdown imposto per contenere la diffusione del coronavirus. 859 persone sono morte nelle ultime 24 ore, dato in calo nel confronto settimanale.

Lutto nella televisione, l’amata serie dice addio a una grande protagonista
Nel 2004 è entrata a far parte del cast di " Lost ", serie televisiva della emittente americana Abc dove ha recitato fino al 2010. Si tratta di Mira Furlan , meglio nota con il nome di Danielle Rousseau , il personaggio da lei interpretato nell'opera di J.J.

Covid-19, in Italia 13.571 nuovi contagi: i dati regione per regione
Puglia - Sono 1.159 i nuovi contagi di Coronavirus in Puglia secondo il bollettino di oggi, 20 gennaio. Da ieri, poi, in Italia ci sono stati 524 decessi per il coronavirus , portando il totale a 83.681.

La situazione pandemica legata al Coronavirus sta ovviamente complicando e non poco la stesura definitiva del calendario (l'Australia, ad esempio, ha chiesto ed ottenuto lo spostamento a fine stagione, mentre la Cina si trova in una situazione di standby), ma la speranza comune è quella di non attuare nessuna "rimodulazione" da qui al Gran Premio del Bahrain previsto per il 28 marzo. Tuttavia non sta a me dire se firmerà o meno il rinnovo con la Mercedes. Ha infatti anche l'opportunità di continuare ad avere un ruolo che va al di là della dimensione sportiva E lo potrà fare anche in futuro, in altre realtà.

Ma sappiamo bene che un conto è essere un campione 'operativo' e che si sta giocando un risultato di storico, un conto è farlo in un'altra dimensione.

Il nuovo CEO di Liberty Media si augura di rivedere una Formula 1 ancor più equilibrata e spettacolare.

Condividere