Lupin è record su Netflix, supera 70 milioni in 28 giorni

Condividere

Coinvolgendo uno studioso di Arsène Lupin per istruire i giovani sulle origini del personaggio.

Il ladro gentiluomo, le cui avventure da 115 anni appassionano non solo i lettori ma pure gli spettatori al cinema e in Tv, è tornato dall'8 gennaio su Netflix nella fiction Lupin. La serie è stata creata da George Kay in collaborazione con François Uzan e diretta da Louis Leterrier (episodi 1, 2 e 3) e Marcela Said (episodi 4 e 5). Insomma, non proprio il Lupin che ci si aspetta.

Nel cast, oltre ad Omar Sy, troviamo Hervé Pierre, Nicole Garcia, Clotilde Hesme, Ludivine Sagnier, Antoine Gouy, Shirine Boutella e Soufiane Guerrab. Un successo che gli ha aperto le porte verso ruoli altrettanto importanti in X Men - Giorni di un futuro passato (2014), Jurassic World (2015), Famiglia all'improvviso (2016), Wolf Call-Minaccia in alto mare (2019). La risposta migliore è quanto dichiarato dallo stesso attore: "Sono entusiasta di questo ruolo". Ecco il vero punto. Ne dubitiamo. Anche perché, altrimenti, non si intitolerebbe Lupin e una terza stagione, o meglio, terza parte, sembra già essere dietro l'angolo. Il tutto acquista un sapore metanarrativo quando la vicenda del protagonista si interseca direttamente con quella dei racconti. Colpo grosso per la serie Lupin che è la più vista di sempre dopo The Witcher. D'altronde siamo dalle parti più della commedia intaccata dal dramma che il suo opposto, era quindi necessaria una buona dose di servilismo ai fini della storia, che non pecca affatto in termini di fascino e suggestione. Assane, dunque, usa le sue capacità per vendicare la memoria del padre.

La sua categoria, quella che lui fa propria e che non abbandonerà mai: l'uomo ladro gentiluomo.

Trattandosi di un adattamento moderno non mancano inseguimenti mozzafiato per le vie di Parigi, set della fiction, sebbene alcune scene siano state girate anche a Étretat, in Normandia.

Covid-19, in Italia 13.571 nuovi contagi: i dati regione per regione
Puglia - Sono 1.159 i nuovi contagi di Coronavirus in Puglia secondo il bollettino di oggi, 20 gennaio. Da ieri, poi, in Italia ci sono stati 524 decessi per il coronavirus , portando il totale a 83.681.

Gabry Ponte e l’annuncio straziante ai fan: soffre di una malattia degenerativa
Gabry Ponte afferma poi che sfrutterà questo stop forzato per riprendersi del tutto e per tornare presto ad esibirsi nei suoi concerti.

Sanremo 2021 a rischio slittamento dopo il DPCM: le prime ipotesi
A metà della prossima settimana la Rai terrà un vertice con Amadeus , Rai, Comune di Sanremo e sponsor, per decidere sul da farsi.

Se il mondo di Bridgerton ci rende tutti uguali ma nasconde lo schiavismo inglese cancellato pochi decenni prima ma non ancora nelle Colonie, quello di Lupin è ancorato nella storia, nel vissuto e pure nelle infamie subite da chi è nato nero.

Lupin è un successo internazionale. Il rapimento del figlio Raoul, poi, non semplificherà certamente il desiderio del ladro di "mettere la testa a posto".

LEGGI ANCHE Netflix dice addio a tre grandi serie tv.

Manca la stella più brillante e conosciuta da noi italiani nei panni del mitico ladro.

I dati di ascolto rilasciati dal colosso dello streaming si basano sugli abbonati che hanno guardato almeno due minuti di un contenuto in catalogo, per avere un riferimento di grandezza numerica.

Condividere