Morto Larry King, era ricoverato da un mese per Covid

Condividere

Larry King, celebre giornalista e conduttore è morto a 87 anni, dopo aver lottato contro il coronavirus. L'ex intervistatore della CNN è morto al centro medico Cedars-Sinai di Los Angeles, dove si trovava ormai da alcune settimane.

Date le sue già precarie condizioni di salute e le patologie pregresse, i medici del Cedars Sinai Medical Center non hanno potuto fare nulla per guarirlo dal Covid-19. King veniva ritenuto 'paziente ad alto rischio'. Il giornalista, storico volto della Cnn, soffriva di diabete, in passato aveva avuto seri problemi cardiaci, e nel 2017 era stato operato per un tumore ai polmoni.

King, pseudonimo di Lawrence Harvey Zeiger, era nato a Brooklyn da una famiglia di ebrei ortodossi di origini europee. Cambiò cognome in King quando esordì nel 1957 come dj presso una stazione radio di Miami Beach, in Florida, dietro consiglio del suo manager. Ha avuto cinque figli, dei quali Andy e Chaia sono morti nel 2020, rispettivamente a seguito di un attacco cardiaco e per un tumore ai polmoni. Nel 1978 divenne commentatore di partite di football americano.

Tomori al Milan, l’insurrezione social contro Lampard: "Ma come diavolo fa?"
Si tratta di un prestito di 6 mesi, con diritto di riscatto fissato a 28.2 milioni di euro. Dopo Meité e Mandzukic arriva dal Chelsea Fikayo Tomori , difensore classe '97.

Weah a Gazzetta: "Tifavo Juve, bianconeri rivali del milan"
George Weah è stato il primo calciatore non europeo a vincere il Pallone d'Oro ed è molto legato alla nostra Serie A . PIRLO ALLENATORE - "L'osservavo in campo e vedevo un giocatore intelligente, sveglio e umile, era già un allenatore.

Coppa Italia, date e orari: martedì 26 alle 20.45 il derby Inter-Milan
La gara, valida per i quarti di finale di Coppa Italia , che si disputerà all'Allianza Stadium, avrà inizio alle ore 20 .45. Le altre partite saranno Atalanta-vincente Lazio/Parma (27 gennaio ore 17,45) e Napoli-Spezia (28 gennaio ore 21.00).

Lutto tremendo nel mondo della televisione americana: è infatti venuto a mancare Larry King, uno dei più famosi anchorman nonché intervistatore americano più famoso del mondo. Ma a tanto successo nel lavoro non ha corrisposto una vita privata altrettanto felice. Aveva uno stile giornalistico inconfondibile, che gli era valso il plauso della critica e numerosi riconoscimenti internazionali.

Nel 2010 decide di ritirarsi, il 16 dicembre di quell'anno va in onda l'ultima puntata del suo 'Live', ma due anni dopo riprende il filone delle interviste per il suo sito web mentre su Ora TV (rete on-demand di cui è stato co-fondatore) ha condotto il Larry King Now che per molti versi somigliava al programma della CNN (che lo ha definito 'leggendario' e il Re dei talk).

Condividere