Governo Draghi, premier e ministri hanno giurato. Alle 14 il primo Cdm

Condividere

E' evidente che quel nome e quella collocazione rispondono al dosaggio spartitorio che ha ispirato la composizione del governo. "Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto il professore Mario Draghi il quale sciogliendo la riserva, formulata lo scorso 3 febbraio, ha accettato di formare il nuovo Governo e ha sottoposto al presidente della Repubblica le proposte relative alla nomina dei lista dei ministri".

Il primo a prestare giuramento, secondo il protocollo, è stato il presidente del Consiglio, che ha letto la formula di rito alle 11.57, con un anticipo di qualche minuto rispetto al previsto.

Ecco il Governo Draghi: la lista di tutti i ministri
Tra i 23 ministri del governo Draghi , 17 hanno già ricoperto ruoli di governo mentre sei sono esordienti. In particolare sono del M5S Luigi Di Maio , Stefano Patuanelli , Fabiana Dadone e Federico D'Incà .

Covid-19: in Lombardia tasso di positività al 6,5%
A ricevere la prima dose di vaccino sono state 2.868.505 persone mentre la seconda è stata somministrata a 1.264.844 persone. I deceduti sono stati 47 per un totale di 27.699 dall'inizio della pandemia mentre guariti e dimessi sono 1.019 più di ieri.

Covid Italia, 1 febbraio: 7.925 nuovi casi e 329 morti
Migliore il numero relativo ai nuovi contagi pari a 9.660, mentre ieri erano 11.252. Il totale dell'inizio dell'emergenza Covid i casi sono 2.544.428, i decessi 88.845.

Senza mascherine, a distanza e alternati su tre livelli su un palchetto allestito ad hoc nel salone dei Corazzieri del Quirinale. Dopo il giuramento, il passaggio della campanella tra Conte e Draghi. Nella prima riunione del Cdm a palazzo Chigi il premier avrebbe raccomandato di moderare le dichiarazioni alla stampa.

"Toccherà a noi convincere Draghi e i suoi ministri della bontà dei nostri progetti e servirà la collaborazione di tutti, a partire dai parlamentari toscani di ogni forza politica, per far arrivare velocemente sul tavolo dell'esecutivo dossier ben fatti e subito realizzabili - aggiunge Mazzeo - In bocca al lupo a tutti noi e mettiamoci al lavoro per il bene dei cittadini, dei lavoratori e delle imprese".

Condividere