Conte: "Giusto e opportuno l'intergruppo parlamentare M5s-Pd-LeU"

Condividere

È in questo quadro che si è costituito questa sera l'intergruppo parlamentare Pd-M5s-Leu.

Nasce così un intergruppo parlamentare che, "a partire dall'esperienza positiva del governo Conte II, promuova iniziative comuni sulle grandi sfide del Paese, dalla emergenza sanitaria, economica e sociale fino alla transizione ecologica e alla innovazione digitale", hanno continuato i rappresentanti dei tre partiti. "Alla vigilia del voto di fiducia al nuovo governo Draghi abbiamo deciso, sollecitati da senatrici e senatori dei tre gruppi parlamentari, di intraprendere un'iniziativa comune", hanno annunciato i capigruppo Ettore Licheri per i grillini, Andrea Marcucci per i dem e Loredana De Petris per Liberi e Uguali. E ancora: "Con questo spirito, da domani saremo insieme per rilanciare e ricostruire il nostro Paese". Nel documento programmatico verrà messa nero su bianco la necessità di ripartire dai temi del governo Conte, ampliando l'agenda con i punti che il presidente del Consiglio Draghi elencherà domani in Parlamento. Lo dichiara il ministro della Salute Roberto Speranza. A chi gli chiede se creda ancora di essere il perno della coalizione M5S-Pd-Leu, "quello è un progetto che non ho declamato a casa - risponde - ma che abbiamo iniziato a realizzare e ha già prodotto dei risultati, altri sono in corso di completamento, altri vanno elaborati e realizzati".

Conte esce tra gli applausi: "Non lascio la politica"
A Palazzo Chigi il passaggio di consegne tra Giuseppe Conte e Mario Draghi con la tradizionale 'cerimonia della Campanella'. Poi l'approdo al Quirinale del premier, Mario Draghi , che ha lasciato la sua residenza romana ai Parioli.

Rete WindTre, impossibile chiamare: problemi con molti operatori
Ci sono problemi oggi 3 febbraio 2021 con Wind Tre , che sembrano coinvolgere maggiormente il primo dei due operatori nominati. Anche perché le segnalazioni arrivano da ogni dove: Milano , Torino , Verona, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e così via.

Conte verso il derby d'Italia: "Rispetto per la Juve, lavoriamo su Eriksen"
La Vecchia Signora vorrà di sicuro vendicare la sconfitta patita in campionato e riscattare la brutta prova offerta allora. La chiusura su Morata , che domani è in ballottaggio con Kulusevski per fare compagnia a Cr7 in attacco.

Prima il lungo applauso che accompagna i suoi ultimi passi a Palazzo Chigi, poi il tributo dei social. "E poco importa se quel leader - Giuseppe Conte - sia stato il leader che ha firmato i decreti Salvini sull'immigrazione, che ha affermato il Sovranismo davanti all'Assemblea Generale dell'Onu, che si è posto in scia di Trump alla Casa Bianca, che si è detto populista davanti ai giovani della scuola di formazione della Lega, che ha equiparato il garantismo al giustizialismo", aggiunge Renzi, convinto che se "si salderà in modo definitivo l'alleanza con Cinque Stelle e Leu e il PD diventerà la sesta stella del grillismo questo aprirà un'autostrada a chi come Italia Viva ambisce a costruire una casa dei riformisti solida e solidale. Per il riformismo, contro il populismo", ha scritto invece sulla sua pagina Facebook Ettore Rosato, presidente di Italia Viva e vice presidente della Camera.

Condividere