Gregoretti, Matteo Salvini: "Vogliono sentire Luca Palamara? Rabbrividisco..."

Condividere

Per questo oggi nell'aula bunker del carcere Bicocca verranno. Per inciso, nel corso dell'udienza, Luciana Lamorgese ha confermato la linea difensiva di Salvini, affermando che quanto accaduto nel caso-Gregoretti sia stato "in continuità d'azione con le vicende Ocean Vikings e Diciotti".

Lo scorso 28 gennaio era stata la volta della deposizione di Giuseppe Conte, raccolta in trasferta dal gip Nunzio Sarpietro, venuto a Roma, a Palazzo Chigi, per ascoltare l'ex premier.

Coronavirus, rilevati in Sardegna 109 nuovi casi: 9 i decessi
I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono -311 (ieri -189), per un totale di 17.963 ricoverati. Il tasso di positività è al 4,8% (+0,7%), in aumento rispetto a ieri quando era fermo al 4,1%.

Vaccinazioni over 80, dal Comune un aiuto per prenotare
I Cup delle Asl e le farmacie stanno gestendo un flusso di richieste elevato: a breve sarà riattivato anche il portale PugliaSalute, che completerà i canali di prenotazione.

Governo Draghi, squadra con 23 ministri: poche donne e molti partiti
Ad oggi molto di ciò che si sa è frutto di indiscrezioni o di particolari emersi dalle consultazioni con le parti politiche. Draghi si porta a Palazzo Chigi Roberto Garofoli , bersaglio della stampa quando era al Ministero dell'Economia e Finanza.

La prima tappa del procedimento risale al 3 ottobre scorso, quando il leader della Lega venne ascoltato per la prima volta - sempre a Catania - da Sarpietro. "Conto che Di Maio e Lamorgese ricordino quello che è successo, a differenza di qualcun altro", aveva chiarito il leader del Carroccio all'Adnkronos prima degli interrogatori, dichiarando di essere "assolutamente sereno". Salvini ha risposto ai giornalisti in merito all'ipotesi che venga sentito anche l'ex presidente dell'Anm Luca Palamara. E ancora: "È stata una udienza serena - conclude Giuliano - e il giudice è voluto andare a fondo nei particolari della fattispecie". Salvini era arrivato di fronte al gup dopo la richiesta di giudizio fatta dal Tribunale dei ministri di Catania, richiesta che ha ottenuto il via libera del Senato lo scorso 12 febbraio. Sono presenti anche i legali delle parti civili, gli avvocati Daniela Ciancimino (Legambiente nazionale e Sicilia), Antonio Feroleto (Arci nazionale) e Corrado Giuliano (Accoglierete) e il penalista Massimo Ferrante che rappresenta una famiglia di migranti presente sulla nave Gregoretti.

Condividere