Lombardia e Lazio verso la zona gialla

Condividere

Rt a 1,05 (dato nazionale a 0,99): da domenica chiusi bar e ristoranti. La decisone sarà presa dal ministro Speranza nelle prossime ore alla luce delle ultime valutazioni della cabina di regia e del Comitato tecnico scientifico.

Roma - Molise, Campania ed Emilia Romagna in zona arancione, Bolzano e Umbria rosse. Bar e ristoranti chiusi anche a pranzo se non per asporto o domicilio.

Dopo i dubbi già espressi dall'assessore Donini sul sistema dei colori, ieri sera, durante il suo intervento alla trasmissione Piazza Pulita, su La7, il Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, aveva rincarato la dose sostenendo come "il governo dovrebbe porsi questa domanda: non conviene forse due o tre settimane non dico di lockdown totale come l'abbiamo conosciuto, ma magari un arancione?". Un ulteriore esempio di quel 'saper fare comunità' e di quella collaborazione istituzionale che sono tratti distintivi dell'Emilia-Romagna e che possiamo toccare con mano anche oggi, qui al Pala Ponti. Proseguirà la creazione di zone rosse per contrastare le varianti contribuisce a rendere moderato il rischio e dunque si prosegue nella stessa classificazione. I casi sono stati individuati sulla base di 29.663 tamponi, fra molecolari e antigenici.

La Lombardia resta zona gialla
In Abruzzo sembra esserci una situazione più difficile e delicata, dove ci sono due capoluoghi in zona rossa, Pescara e Chieti. Le regioni già citate sono a un passo dal ritorno in arancione insieme a Piemonte , Friuli e Marche .

M5S, dopo il "no" a Draghi espulsi anche quattro senatori calabresi
Ora si apre una divisione interna e non si esclude una scissione che potrebbe avvenire prima dell'annunciata espulsione. Continuano le fibrillazioni all'interno del Movimento 5 Stelle sul sostegno al Governo Draghi .

La barricata del Movimento Cinquestelle: "Nuovo voto su Rousseau"
Subito dopo quelle frasi , le sorelle di Santelli, Paola e Roberta, parti offese, presentarono querela . Lo ha confermato lo stesso Morra ma anche l'avvocato di Jole Santelli, Sabrina Rondinelli .

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 10 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 7 a Parma (-2), 17 a Reggio Emilia (-1), 39 a Modena (+4), 56 a Bologna (+2), 10 a Imola (-1), 16 a Ferrara (+1), 4 a Ravenna (+1), 2 a Forlì (invariato), 5 a Cesena (+1) e 15 a Rimini (invariato).

Ora è ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione a partire da domenica 21 febbraio.

Dopo quasi tre settimane di riapertura dei pubblici esercizi sono sensibilmente calati sia i posti occupati in terapia intensiva sia quelli in reparti COVID.

Condividere