Covid: restrizioni anche a Pasqua. Nel nuovo Dpcm chiusi palestre e cinema

Condividere

Prima di tutto i decreti e i nuovi Dpcm verranno varati con largo anticipo rispetto alla loro entrata in vigore per dare tempo ai cittadini di prepararsi, secondo poi nelle decisioni verranno coinvolte costantemente le Regioni e il Parlamento. "E' essenziale che il nuovo Dpcm chiarisca meglio il ruolo dei diversi livelli istituzionali in materia di contenimento della pandemia", ha aggiunto.

Un'altra novità, decisa per rendere più veloce l'erogazione dei ristori, è la scelta di aprire la cabina di regia politica di Palazzo Chigi, in cui si prendono le decisioni per il contrasto al Covid, anche ai ministri economici. Dunque niente viaggi per turismo né per riunioni di famiglia.

Il sistema dei colori rimane. I governatori hanno però chiesto di "fare un tagliando ai parametri" e Draghi ha deciso di istituire un tavolo, con il ministero della Salute, l'Iss e i tecnici delle Regioni, per discutere di come modificare la raccolta dei dati, dall'Rt alle terapie intensive. Ma al di là di alcuni dettagli, che dovranno essere messi a punto nei prossimi giorni, l'orientamento generale dell'Esecutivo appare improntato alla massima prudenza, in continuità con la gestione dei mesi scorsi: "Non possiamo allentare le misure, non ci sono le condizioni epidemiologiche", ha detto il Ministro della Salute Roberto Speranza illustrando ieri al Senato gli aspetti generali del provvedimento. Il numero dei membri sarà ridotto e ci sarà un portavoce unico. "Così aiutiamo anche le attività economiche che non perderanno il week end di lavoro". Restano chiuse piscine e palestre e si sta valutando la possibilità di autorizzare le lezioni individuali, ma sempre guardando l'andamento dei contagi. Ma anche cinema, teatri, lavoratori del mondo dello spettacolo: tutte attività e categorie ferme da mesi.

Zona arancione rafforzata in provincia di Brescia e in otto comuni bergamaschi
Resta consentito lo svolgimento di attività sportiva solo in forma individuale ed esclusivamente all'aperto. Già disposta anche la chiusura totate delle scuole di ogni ordine e grado da domani mattina.

Treviso, padre uccide figlio di 2 anni e si suicida
La madre , una fisioterapista di origini romene all'ospedale di Castelfranco, al momento della tragedia non era in casa. Al momento la pista seguita dagli inquirenti che indagano è quella dell'omicidio-suicidio .

Berlusconi, è successo ancora: un nuovo bebè in arrivo
La bellissima coppia fresca di matrimonio sarebbe già pronta ad accogliere un bebè in casa. Per la dodicesima volta! Presumibilmente nel mese di luglio.

Per il 27 marzo, giornata mondiale del teatro, Franceschini vorrebbe la riapertura delle sale italiane. Mascherina FFp2 obbligatoria, biglietti nominativi da prenotare online, sanificazione delle sale e nessun pagamento alle casse.

Intanto, il presidente della Lombardia Attilio Fontana ha firmato un'ordinanza per istituire nella provincia di Brescia e in alcuni comuni della Bergamasca e della provincia di Cremona una zona arancione rafforzata, "che preveda, oltre alle normali misure della zona arancione, anche la chiusura delle scuole d'infanzia, elementari e medie, il divieto di recarsi nelle seconde case, l'utilizzo dello smart working dove possibile e la chiusura della attività in presenza".

Condividere