Nuovo Dpcm, cinema e teatri riaprono in zona gialla: ecco quando

Condividere

Quando la riapertura di cinema e teatri in zona gialla con il nuovo Dpcm: il 27 marzo 2021?

Si intravede quindi la luce in fondo al tunnel per il mondo del cinema e della cultura, pesantemente penalizzato dalla pandemia. Il Comitato tecnico-scientifico dopo aver esaminato il protocollo di sicurezza elaborato dal Mibact in base ai documenti forniti dalle associazioni di categoria, ha dato il via libera.

Qui le ultime novità e le cose da sapere.

In concomitanza del nuovo DPCM si stanno passando al vaglio nuove misure per favorire gradualmente la riapertura di cinema e teatri.

Nel mondo superati i due milioni e mezzo di morti Covid
Aumentano di 11 unità le terapie intensive , mentre sono 40 in più i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid . A questi si aggiungono anche 1.205 test sierologici e 18.981 tamponi rapidi.

Le parole con cui Draghi chiede a Salvini di archiviare il salvinismo
"Mattinata di lavoro concreta e produttiva con i bravi governatori di Sicilia e Calabria , Nello Musumeci e Nino Spirlì .

Draghi parla al Senato, il discorso per la Fiducia in diretta
Ad esempio, il turismo , da aiutare ma preservando l'ambiente e il patrimonio artistico che ne sono il presupposto. Il ritorno a scuola deve avvenire in sicurezza.

Una data simbolica, dunque, quella scelta dal ministro.

Il provvedimento in arrivo confermerà la chiusura di palestre e piscine almeno fino al 6 aprile, ma si sta valutando la possibilità di consentire solo le lezioni individuali. "Come è stata fatta un'eccezione per le librerie, inserite tra i primi servizi a riaprire per una evidente ragione culturale, spero si possa fare lo stesso ragionamento per i luoghi dello spettacolo", ha detto in un'intervista al Corriere, e continua: "Penso che cinema e teatri, con severe e adeguate misure, siano più sicuri di altri locali già aperti oggi", proponendo misure di sicurezza integrative per poter riaprire le sale al più presto.

Gli ingressi, secondo il piano di Franceschini, saranno ovviamente contingentati, le persone saranno tenute ad indossare obbligatoriamente la mascherina durante tutta la loro permanenza nei cinema, i biglietti dovranno essere acquistati online onde evitare file ed assembramenti e vigerà il distanziamento sociale all'interno delle sale. Si parla infatti di un lavoro pressoché normale, quindi anche nel weekend, tassativamente nelle zone gialle.

Condividere