A.Saudita: Renzi, 'ho sempre condannato vicenda Khashoggi e difeso giornalisti'

Condividere

Il principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman, ha dato il proprio via libera ad un'operazione per "catturare o uccidere" il giornalista dissidente. Stesso discorso varrebbe anche per la Turchia di Erdogan, membro della Nato e associato dell'Unione europea che ricatta regolarmente Bruxelles sui flussi dei migranti e tiene in prigione intellettuali, giornalisti, uomini politici.

Una volta in carica, Biden ha detto che manterrà la portata delle relazioni con l'Arabia Saudita richiesta dagli interessi degli Stati Uniti. Le stesse sanzioni saranno imposte all'ex vice capo della presidenza dell'intelligence generale dell'Arabia Saudita, Ahmad Hassan Mohammed al Asiri, capobanda dell'operazione Istanbul che si è coordinato con il consigliere Saud al-Qahtani.

"'Sorprende il silenzio di Renzi", dicono all'unisono.

Tra i nomi si ritrovano gli 11 già identificati nel rapporto del 2019 della relatrice speciale dell'Onu per le esecuzioni extragiudiziarie Agnes Callamard che concluse che c'erano "prove credibili di una responsabilità del principe che richiedevano ulteriori indagini". Il rapporto Usa spiega di ritenere Bin Salman responsabile della morte di Jamal Khashoggi in quanto "il principe ereditario saudita controlla il processo decisionale nel Regno".

Covid, confermato il rigore: nuovo Dpcm fino a Pasqua
E' netto il ministro della Salute Roberto Speranza nel ribadire al Parlamento la linea della prudenza, in continuità col Conte 2. Verso l'apertura dei musei nel weekend Al momento nelle Regioni in zona gialla i musei sono aperti solo nei giorni feriali.

E' morto Mauro Bellugi, aveva 71 anni
Il mondo del calcio piange Mauro Bellugi , scomparso all'età di 71 anni compiuti lo scorso 7 febbraio. Purtroppo nei mesi scorsi aveva contratto il Covid-19 riportando serie conseguenze.

Coronavirus, in Emilia Romagna l'indice Rt è 1,05. "Al 99% zona arancione"
Ciò richiede misure di mitigazione nazionali e puntuali interventi di mitigazione/contenimento nelle aree a maggiore diffusione. Aumenta, anche, la percentuale di casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (33,7% vs 32,7% la settimana precedente).

"Mi spiace solo che si utilizzi la vicenda saudita per coprire le difficoltà interne italiane e per giustificare un'alleanza dove - come spesso è accaduto a una certa sinistra - si sta insieme contro l'avversario e non per un'idea", conclude.

A chi gli chiede se svolga "attività stile conferenze o partecipazione ad advisory board o attività culturali o incarichi di docente presso università fuori dall'Italia", Renzi risponde che "sì" lo fa, che "sono previste dalla legge" e che riceve "un compenso sul quale pago le tasse in Italia".

"Una narrazione gestita dallo stato domina la psiche pubblica e, sebbene molti non ci credano, la grande maggioranza della popolazione è vittima di questa falsa narrativa", ha detto Khashoggi.

Ha aggiunto: "È davvero deplorevole che questo rapporto sia stato pubblicato con le sue conclusioni ingiustificate e imprecise, mentre il Regno ha chiaramente condannato questo crimine atroce e la leadership del Regno ha preso le misure necessarie per garantire che una simile tragedia non si ripeta". "Noi stiamo aspettando spiegazioni, ancor più dopo questo documento Usa" dichiarano in una nota i componenti M5s della commissione Esteri alla Camera. Se è vero che l'amministrazione Usa si è dichiarata pronta ad avviare trattative con Teheran per la ripresa dell'accordo sul nucleare voluto da Obama nel 2015 e cancellato da Trump nel 2018, gli Stati Uniti continuano a bombardare con raid aerei e missilistici le postazioni delle milizie sciite filo-iraniane in Siria. "È stato fatto a gara a chi blandiva di più l'Arabia Saudita, dimenticando i blogger frustati in piazza, gli attivisti per i diritti umani in carcere, i difensori per i diritti delle donne ed i giornalisti sotto attacco". Aveva promesso di rispondere sul suo rapporto con questo regime. "Bene credo che sia arrivato quel momento".

Condividere