Generale Figliuolo: "In Sicilia servono 50mila dosi al giorno, scorte arriveranno"

Condividere

L'annuncio è stato dato dal commissario straordinario all'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo che ha descritto la consegna come "il preludio per avere nel mese un massiccio afflusso di dosi che consenta di utilizzare a pieno gli hub che stiamo andando a costruire".

Sono in programma, per la giornata di oggi, circa 100 somministrazioni che saranno effettuate dalle due squadre.

"Con le autorità sanitarie locali, il prefetto e il sindaco - ha detto - abbiamo condiviso la possibilità di ampliare l'offerta, perché questo posto è stato un grandissimo sforzo, ma 52 postazioni vaccinali in un'area così congestionata potrebbero portare in futuro, quando si aprirà la stagione turistica, dei problemi di posto". L'obiettivo per Figliuolo, "è fare cose pratiche, migliorare insieme, cercare la concordia e ciò che unisce per migliorare". La visita del generale arriva nello stesso giorno in cui i dati sui nuovi positivi si mantengono alti: sono 890 quelli registrati nelle ultime 24 ore su 29.038 tamponi processati, con una incidenza di positivi al 3%, in leggera diminuzione rispetto a ieri. Nel nostro piano c'è una strategia che prevede la capillarizzazione per andare a trovare e vaccinare anche nelle zone più impervie i grandi hub nelle città come Messina.

Sciopero nel trasporto pubblico locale, coinvolti anche i lavoratori toscani del settore
A Cremona Km sciopererà dalle 9 alle 11.30 mentre Autoguidovie dalle 8.30 alle 15 e dalle 18 a fine servizio . Si tratterà di uno sciopero dalla didattica a distanza da parte sia degli studenti che dei docenti.

Puglia sempre più rossa: quasi 2000 contagi nelle ultime ore
Sempre più rossa la Puglia, che continua a far registrare percentuali da record nei contagi da Sars Cov2. Ma questi ultimi sono dati ufficiosi, poiché l'Ente comunale non ritiene di doverli aggiornare.

Colori regioni, nuove zone rosse e arancioni da lunedì? Cosa cambia oggi
Il 29 marzo nelle regioni più virtuose potrebbero quindi riaprire tutti i negozi, i parrucchieri, i barbieri, i centri estetici. Il 6 aprile scade il decreto e sulla base dei dati aggiornati si deciderà quali divieti e regole rinnovare e quali abolire.

La regione resta nona per numero di contagi giornalieri. Bisogna tener conto che sono appaltati, per questo mese, 7,2 milioni di dosi: siamo in linea con le aspettative.

"La catena delle risorse umane c'e' - ha sottolineato Musumeci - ma manca la materia prima". "Per i primi di aprile - spiega Musumeci in un'intervista a Progress su SkyTg24 - dovrebbero arrivare 110mila filale dei tre vaccini, speriamo possa essere così".

Alla fine della visita le parole di Musumeci: "Al generale Figliuolo oggi abbiamo fatto conoscere un'altra Sicilia. Tutto questo è motivo di orgoglio per il commissario".

Condividere