Vaccinazioni anti-Covid anche in farmacia, firmato l'accordo

Condividere

Sulle priorità "abbiamo un criterio il più oggettivo possibile".

Insomma 1 su 9 delle dosi somministrate nel nostro Paese sono andate al personale della scuola, considerando che la quota totale di dosi (inclusa la seconda) in Italia ha raggiunto i 9.413.886, a fronte di quasi 3 milioni di vaccinati (2.968.706) che hanno completato anche la seconda dose. Non si potranno vaccinare in farmacia persone estremamente vulnerabili e la vaccinazione avverrà solo su appuntamento.

"La farmacia, che aderisce liberamente all'accordo, comunica ai cittadini l'attivazione del servizio in base alle linee guida del piano strategico vaccinale dell'Azienda Sanitaria".

Giani: "Toscana al limite della zona rossa"
L'incremento ha portato il tasso di incidenza a 251 casi ogni 100.000, al di sopra quindi della soglia di 250 su 100.000 utile per restare in zona arancione.

La portacontainer Ever Given arenata nel Canale di Suez, bloccato il transito
Una fonte della Gulf Agency Company che gestisce il canale ha detto a Sputnik che il traffico è rimasto bloccato per oltre due giorni mentre le operazioni di soccorso continuano.

Draghi: "Vaccinare quante più persone possibile e intanto programmare riapertura delle scuole"
Mario Draghi a tutto campo nelle comunicazioni al Senato in vista del Consiglio europeo del 25 e 26 marzo . Il dispositivo Covax è lo strumento migliore per raggiungere questo obiettivo.

Le vaccinazioni anti-Covid saranno inoculate anche nelle farmacie. Si prevedono requisiti minimi strutturali dei locali e opportune misure per garantire la sicurezza degli assistiti e sarà necessario acquisire il consenso informato e della relativa scheda anamnestica prima della vaccinazione. Inoltre, è data ai farmacisti la possibilità di effettuare le vaccinazioni fuori dagli orari di apertura. E' demandato ad appositi accordi con le Regioni e le Province autonome il riconoscimento, a favore delle farmacie, di eventuali ulteriori oneri relativi alle funzioni organizzative, al rimborso dei dispositivi di protezione e dei materiali di consumo, e di eventuali incentivi per il raggiungimento dei target vaccinali stabiliti dalle amministrazioni territoriali. "Ogni soggetto coinvolto nella vaccinazione deve indossare una mascherina chirurgica Ffp2". "Il passo successivo, vista la nostra disponibilità e a seguito di una auspicabile approvazione delle linee guida del Governo, potrà essere la scesa in campo dei 'farmacisti vaccinatori' che si stanno formando in questi mesi con specifici corsi professionali dedicati alla categoria".

Insomma, le farmacie daranno così un contributo significativo al raggiungimento dell'obiettivo di ottenere al più presto una copertura vaccinale adeguata.

Condividere