Lombardia, Fontana: portale Poste venerdì e accelerata vaccini dal 12/4

Condividere

In tutta la Lombardia, sono 450.000 gli over75 che possono fissare l'appuntamento per la campagna che partirà il 12 aprile, successivamente alla chiusura della fase dedicata agli ultraottantenni.

"Finora - ha detto ancora - abbiamo somministrato 1,6 mln di dosi e il 63% degli over 80 ha ricevuto almeno una dose, il 28% anche la seconda".

Per prenotare il vaccino con la nuova piattaforma basta inserire il numero della propria tessera sanitaria e il codice fiscale.

Inserisci il cap per individuare il centro vaccinale più vicino alla tua residenza. Stampa la ricevuta per mostrarla il giorno della vaccinazione.

Con il sistema messo a punto da Poste è possibile anche prenotare la vaccinazione ai circa 1.000 sportelli bancomat degli uffici postali, i cosiddetti Postamat, o rivolgendosi direttamente ai circa 4.100 postini, oppure chiamando il numero verde 800.894.545.

Salvini e Orbán tentano il rilancio post pandemia
E l'abbiamo sempre apprezzato", avrebbe detto secondo quanto riferito dalla Lega. L'obiettivo è quello di " costruire qualcosa di longevo ".

I nuovi colori delle regioni, oggi
Dunque un eventuale ritorno al giallo solo per quei territori con dati epidemiologici bassi e numeri alti delle inoculazioni. L'accesso alle seconde case per i non residenti è vietato in Valle d'Aosta, Alto Adige, Trentino, Toscana, Sardegna.

In provincia di Cremona 152 nuovi positivi e 2 vittime
Con 21.137 tamponi effettuati: 21.137 sono 1.793 i nuovi casi positivi registrati in Lombardia , una percentuale dell'8,4% contro l " 8,1 di ieri.

"Ammesso e non concesso che si registrino tutti - ha spiegato Bertolaso in merito alla prima fascia d'età interessata - potranno esser vaccinati entro il 26 aprile".

Nel complesso in Lombardia saranno 76 i centri vaccinali massivi, ognuno dei quali sarà aperto come minimo per 12 ore, dalle 8 alle 20.

Prosegue inoltre la vaccinazione dei pazienti estremamente vulnerabili: i nominativi sono stati raccolti dagli elenchi delle esenzioni per patologia e da quelli sull'utilizzo di specifici farmaci, verificati dalla direzione generale Welfare di Regione Lombardia e inviati alle Ats che gestiscono la distribuzione dei vaccini. "Ad inizio di maggio - ha continuato Bertolaso -, quando ci saranno forniture maggiori di vaccini, arriveremo ad avere pronte 1.000 linee vaccinali e più di 144mila vaccini al giorno". Si tratta di una platea di 450mila lombardi, i quali potranno iniziare a prenotarsi già dal 2 aprile.

Poi "il 15 aprile apriremo le prenotazioni per i 70-74enni, che sono 546.312", aggiunge il consulente lombardo. Il 15 di aprile apriremo le prenotazioni per la fascia 70-74 anni, che inizieranno la somministrazione il 27 aprile: questa fascia finirà il 12 maggio o, speriamo, l'8 maggio (con 65mila somministrazioni al giorno, frutto di carichi importanti di vaccini). Dipende sempre dalla disponibilità delle dosi. Saliremo a 65 mila somministrazioni al giorno. Fase che si concluderà il 12 maggio o, nella migliore delle ipotesi, l'8 maggio.

Per le persone tra i 60 e i 69 anni le prenotazioni si aprono il 22 aprile. Nel caso in cui "avremo 65 mila dosi disponibili al giorno, si vaccineranno dal 13 maggio al 9 giugno; se invece andremo a pieno regime, con 144 mila dosi al giorno, partiremo il 9 maggio e finiremo 18 maggio". "Dopo tocca ai 50-59 anni che potranno essere vaccinati tra il 10 giugno 16 luglio" ma con più vaccini si può chiudere tra il 19 maggio e il 7 giugno.

Condividere