De Luca: "In Campania dato dei sintomatici anomalo, variante aggressiva sui giovani"

Condividere

Cominciamo ad entrare in uno stato d'animo diverso da Pasqua. Proiettarci sempre di più psicologicamente verso il futuro, pensare sempre di più di ciò che potrà essere la nostra vita tra due mesi, tre mesi. Ci sono oggi tutte le condizioni per cominciare il cammino per uscire da questo calvario. Non bisogna commettere errori, ci sono tutte le condizioni per buttarci tutto alle spalle.

L'incidenza, comunque, sottolinea l'Istituto Superiore di Sanità in merito ai dati del monitoraggio settimanale della Cabina di regia, "resta elevata e ancora lontana da livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il completo ripristino sull'intero territorio nazionale dell'identificazione dei casi e tracciamento dei loro contatti".

"C'è, da un punto di vista dei dati essenziali, una tenuta della terapia intensiva, abbiamo la metà di terapie occupate rispetto a chi è in zona arancione". E poi i decessi Covid, siamo a circa 5.400 decessi, 6 volte in meno della Lombardia, la metà di Emilia-Romagna, Piemonte. "Questo significa che noi siamo in grado di fare in Campania 70mila vaccinazioni al giorno", ha detto ancora De Luca. Abbiamo complessivamente 13mila medici in più da poter utilizzare nella campagna di vaccinazione. Questo a conferma del fatto che c'è un lavoro di contenimento rispetto all'epidemia.

Zona gialla rafforzata ad aprile: ipotesi sul nuovo Decreto Covid
Tempistiche e modalità saranno definite con un successivo decreto ministeriale. E tra queste rientrano anche le seconde case , comprese quelle in zona rossa .

Giani: "Toscana al limite della zona rossa"
L'incremento ha portato il tasso di incidenza a 251 casi ogni 100.000, al di sopra quindi della soglia di 250 su 100.000 utile per restare in zona arancione.

Il 14 luglio l'immunità di gregge per l'Unione Europea
Il " passaporto sanitario " che l'Unione europea vuole realizzare per una riapertura in sicurezza sarà disponibile dal 15 giugno . Il commissario ha anche mostrato il certificato sanitario illustrando sia la versione digitale sia quella cartacea .

"Immunizzare i cittadini campani per fine estate".

L'unica novità relativa ai cambiamenti di colore dell'Italia dovrebbe essere rappresentata dalla Campania, che dalla zona rossa dovrebbe passare a quella arancione. Figliuolo ha comunicato che intende applicare il criterio "un cittadino un vaccino". "Chiediamo al commissario - ha aggiunto De Luca - di fare anche un'altra operazione di trasparenza: pubblicare i dati dei vaccini consegnati in tutta Italia, ma spiegare anche quali vaccini sono stati consegnati". Se avessimo avuto un vaccino anche per i ragazzi avremmo già vaccinato gli alunni. Da valutare poi c'è la Calabria, che ha una bassa incidenza ma la scorsa settimana era andata in zona rossa a causa di un alto indice Rt.

Condividere