Pasqua in zona rossa, ecco le regole da seguire

Condividere

COPRIFUOCO DALLE 22 ALLE 5 - In ogni regione rimane il coprifuoco già in vigore.

Rimangono chiusi i musei, le mostre, i parchi archeologici. Ma se l'andamento della pandemia e della campagna di vaccinazione lo consentiranno, saranno possibili deroghe per ripristinare le zone gialle e dare corso ad alcune aperture anche prima del 30 aprile. Nel fine settimana rimangono chiusi i centri commerciali, dunque domani non sarà possibile entrare se non per andare nelle farmacie, edicole e tabaccai. Per giustificare gli spostamenti è necessaria l'autocertificazione.

In questi tre giorni sono consentiti ovunque, anche in zona rossa gli spostamenti per andare a trovare (al massimo due persone con bambini sotto i 14 anni e persone disabili) familiari e amici. Al contrario è possibile raggiungere l'aeroporto anche fuori regione per viaggi turistici anche se chi va all'estero (in Europa) al ritorno dovrà stare in isolamento per cinque giorni e potrà uscire soltanto dopo aver fatto un tampone con esito negativo.

Si chiede, con raccomandazioni, di non accogliere persone non conviventi. Per i pranzi dei giorni festivi bisogna evitare incontri con non conviventi, indossare la mascherina e osservare il distanziamento sociale.

Rimane in vigore il divieto di spostamento tra le regioni.

"Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si possono svolgere", è raccomandato di partecipare alla messa nei pressi della propria abitazione.

Il coprifuoco innanzitutto, resterà invariato tra le 22 e le 5, salvo motivi di lavoro, di salute o urgenze, giustificate con l'autocertificazione.

Attacco a Capitol Hill, due morti
Diversi però gli uomini dello staff presenti anche per la presenza nell'area del Capitol di un sito di vaccinazione anti Covid. La polizia ha informato in seguito che uno dei due poliziotti ha purtroppo perso la vita, anche se non è ancora chiaro quale.

Covid: Veneto, Marche e Pa Trento arancioni da martedì
In zona rossa: Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d'Aosta. Le persone in terapia intensiva per covid sono 299, in area critica invece 1.931 pazienti.

Nuovo decreto covid. Ad aprile niente zone gialle, con possibili deroghe
L'obiettivo è quello di garantire gradualmente il rientro a scuola in presenza di tutti gli studenti. Sono anche stabilite regole semplificate per le modalità organizzative e le prove di selezione.

Quando ci si muove in auto con non conviventi i passeggeri devono stare sul sedile posteriore con la mascherina. Si può comunque uscire per fare una passeggiata vicino casa o attività sportiva, ma da soli e all'aperto. Ma che cosa è possibile fare e cosa no da oggi? E' possibile spostarsi dalla regione di residenza solo per motivi di lavoro, di salute o per urgenze.

- Non si può andare nella seconda casa con amici e parenti.

Però sì, ci si può recare nella seconda casa, sia in un altro comune che in un'altra regione, solo con il nucleo familiare e dimostrando di averne titolo prima del 14 gennaio 2021 e purché la casa non sia abitata da altri. Per quest'ultima 'categoria' il divieto è imposto anche in Piemonte, Valle d'Aosta, Alto Adige, Trentino, Toscana, Marche, Calabria e Sardegna.

Campania concede l'ingresso a chi proviene da fuori regione, negando però qualsiasi spostamento ai residenti. Stop anche per i residenti in Campania, Liguria e Puglia.

Come detto, si possono raggiungere anche fuori Regione, con l'eccezione di quelle che hanno emesso specifiche ordinanze.

Per il weekend di Pasqua e Pasquetta, il 3, 4 e 5 aprile, la Sicilia sarà zona rossa (come il resto d'Italia).

Condividere