Vaccini Covid Lombardia: ecco le tappe della campagna di massa

Condividere

La campagna massiva riguarderà inizialmente i cittadini tra i 75 e i 79 anni e via via si sbloccheranno gli appuntamenti per le altre fasce d'età. Ricordiamo che la vaccinazione contro il Covid è facoltativa e non obbligatoria: chi intende vaccinarsi deve quindi attivarsi personalmente (o mediante un famigliare se non dispone degli strumenti adeguati) per prenotare la propria dose sul nuovo portale di Poste italiane o mediante gli altri canali disponibili (vedere l'apposito paragrafo). Il problema è che con gli 8 milioni di dosi previste ad aprile - comprese le prime 400 mila del monodose Johson&Johnson, che ne ha assicurate 200 milioni all'Ue entro l'anno - se ne potrebbero somministrare in media solo 266 mila al giorno.

Le fascia 70-74 " Dal 15 aprile apriremo poi le prenotazioni per 70-74ennni, che sono 546mila e che saranno tutti vaccinati entro il 12 maggio, ma se avremo ulteriori forniture di vaccino, come è verosimile, pensiamo di salire alle 65mila somministrazioni al giorno e chiudere le prime somministrazioni per questa fascia l'8 maggio" - ha aggiunto Bertolaso -. Si tratta di circa 449.862 cittadini. Stando all'ultimo piano reso noto da Regione Lombardia, la vaccinazione di massa inizia il 12 aprile: la somministrazione della prima dose di vaccino a tutti gli aventi diritto potrebbe concludersi in un periodo compreso tra il 18 luglio e il 20 ottobre a seconda della capacità giornaliera di somministrazione delle dosi, legata alla disponibilità dei vaccini.

Dal 15 aprile si parte con le prenotazioni dei lombardi compresi tra i 70 e i 74 anni. Stessa operazione si potrà fare a breve anche negli oltre mille Postamat presenti sul territorio, ricordandosi di avere a portata di mano la tessera sanitaria. Le loro vaccinazioni dovrebbero iniziare il 27 di aprile e terminare l'8 di maggio.

Nel Lazio vaccini in farmacia dal 20 aprile per i 55-60enni
Abbiamo aperto le prenotazioni anche per l'età 66 e 67 e sono già oltre 36 mila i prenotati. Parole del presidente della regione Lazio , Nicola Zingaretti .

Nuovo decreto covid. Ad aprile niente zone gialle, con possibili deroghe
L'obiettivo è quello di garantire gradualmente il rientro a scuola in presenza di tutti gli studenti. Sono anche stabilite regole semplificate per le modalità organizzative e le prove di selezione.

Bufera sulla sanità siciliana, l'accusa: taroccati i dati dell'epidemia covid
Noi le zone rosse le abbiamo anticipate, non le abbiamo nascoste, ma bisogna avere rispetto per la magistratura. E Razza dà l'ok: " Spalmiamoli un poco su più giorni".

La piattaforma, oltre a essere un servizio per i cittadini, è uno strumento in grado di supportare l'attività dei Centri vaccinali attraverso una 'dashboard', ovvero un sistema di visualizzazione e di monitoraggio dei dati, e un help desk dedicato agli operatori dei Centri, offrendo assistenza anche nelle attività di stoccaggio e distribuzione di questi farmaci.

Per le persone tra i 60 e i 69 anni le prenotazioni si aprono il 22 aprile.

Infine, per gli under 49, poco più di 4 milioni, le prenotazioni partiranno il 13 giugno, somministrazioni dal 17 luglio.

Condividere