Lombardia, trend del contagio stabile. In provincia di Varese altri 164 positivi

Condividere

Dopo l'aumento registrato ieri, torna a scendere il numero di nuovi casi di Coronavirus registrati in Lombardia.

Le regioni con la percentuale maggiore di somministrazioni rispetto alla dotazione sono Valle D'Aosta (86,8%), Veneto (86,3%), Provincia Autonoma di Bolzano (85,3%), Toscana (83,9%), Provincia autonoma di Trento (86,8%), quella con la minore percentuale è la Calabria (71,5%). Sono 97 come ieri i decessi, per un totale di 31.056 morti dall'inizio della pandemia.

In Lombardia nelle ultime 24 ore si sono registrati 4.132 casi di covid e 97 morti. In calo invece le vittime tra i positivi al Covid, 326 in tutta Italia nelle ultime 24 ore, 50 in meno rispetto a ieri quando erano state 376. I pazienti covid in terapia intensiva aumentano di 5 unità a 862 mentre i ricoverati scendono a 6.660 (-43).

Meteo, sole quasi ovunque per la Pasquetta in zona rossa
Un po' di nuvole invece al Sud e Isole Maggiori, dove comuqnue non mancheranno le temporanee schiarite. Venti in prevalenza deboli ma in rinforzo a fine giornata su mari di ponente e alto Adriatico.

Vaccini in Lombardia, al via le prenotazioni: il video tutorial
Il diritto a chiedere la prenotazione è collegata alla fascia di età convocata: si parte con gli over 75 anni a scendere. La piattaforma di Poste italiane permette anche di monitorare l'andamento della campagna vaccinale in una Regione.

Previsioni meteo 1 aprile: sole sull’Italia
Ne conseguirà un marcato calo delle temperature , ad iniziare dal Nord e dalle regioni adriatiche. Temperature in diminuzione al Centro Nord , stazionarie o in lieve aumento al Sud .

Per quanto riguarda le province, nella città metropolitana di Milano 1.117, Varese 633, Brescia 547, Bergamo 349, Monza e Brianza 308, Como 250, Mantova 219, Pavia 281, Cremona 173, Lecco 124, Lodi 74 e 74 Sondrio.

"Le vaccinazioni proseguono anche oggi - ricorda il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana - davanti a noi abbiamo giorni decisivi: iniziare la campagna massiva con i vaccini finalmente in arrivo, far abbassare i dati ospedalieri e lasciare la zona rossa, spero per sempre, così da poter parlare - garantendo la salute - di aperture, normalità e lavoro".

Condividere