Formigoni: il Senato ripristina il vitalizio per il lombardo

Condividere

Formigoni si era visto revocare la pensione e il vitalizio nel 2019, in seguito alla conferma della condanna per corruzione nell'ambito del processo Maugeri-San Raffaele. A deciderlo la commissione contenziosa del Senato, presieduta da Giacomo Caliendo (Forza Italia). Del resto, afferma, "ero convinto del mio diritto; per cui ringrazio che si sia posto rimedio ad un errore clamoroso, non solo nei miei confronti, ma anche neri confronti di tanti". Roberto Formigoni è un ex parlamentare. "Gli italiani che ogni giorno lavorano e cercano di arrivare a fine mese ringraziano di cuore Caliendo, Pillon e Riccardi he hanno detto sì alla pensione-vitalizio per il condannato Formigoni".

Diversi i sequestri effettuati nei confronti dell'ex numero uno di Regione Lombardia che ha quindi presentato ricorso contro la sospensione del vitalizio per "indigenza". Nel frattempo Roberto Formigoni ha subito la confisca di tutti i suoi beni. "Per questo, con ricorso giurisdizionale proposto nel 2019 era stato evidenziato al Giudice competente il contrasto di tali decisioni con le statuizioni della Consulta e con la normativa attualmente vigente in materia pensionistica". Stessa sorte anche per Del Turco.

Figliuolo: "Da domani AstraZeneca anche a 60-79 anni"
Il Commissario straordinario ha poi precisato che tale raccomandazione non avrà impatti sul piano vaccinale , sulla base degli approvvigionamenti in corso, per i quali - nel mese di aprile - potranno esserci consegne superiori del 15-20% rispetto alle previsioni. "Bene che le Regioni abbiano aumentato la quota di over 80.

AstraZeneca e trombosi, news: Gb valuta stop per under 50
Questa settimana inizieremo a dare delle definizioni preliminari , ma difficilmente arriveremo a indicare dei limiti di età come hanno fatto vari Paesi .

Zona rossa e arancione, regole e colori regioni 6 aprile
Sono in zona arancione Abruzzo, Basilicata, Lazio , Liguria , Marche , Molise, Sardegna, Trentino-Alto Adige, Umbria e Veneto . Meno casi e più dosi, quindi, potrebbero portare all'adozione di misure e regole meno rigide.

La Commissione Contenziosa del Senato, l'organo che si occupa dei ricorsi presentati contro gli atti e i provvedimenti amministrativi adottati dal Senato stesso, ha deliberato il ripristino del trattamento pensionistico da Parlamentare per Roberto Formigoni, ex Governatore della Lombardia condannato in via definitiva per corruzione.

La delibera Grasso-Boldrini, approvata nel 2015 nei due rami del Parlamento, non prevede alcuna deroga per malattia o difficoltà economiche: i vitalizi, recita, vanno sospesi agli ex parlamentari condannati in via definitiva per "reati di particolare gravità". Insomma un altro flop della delibera Grasso, provvedimento severo per chi ha ricevuto condanne.

Condividere