Governo | Speranza alla Camera: "Chiusure severe? TI al 41%. AstraZeneca è sicuro"

Condividere

In merito al passaporto vaccinale, Speranza ha poi aggiunto: "auspico che avremo la green card a giugno, penso che sia importante perchè consente di guardare con maggiore fiducia a spostamenti e mobilità".

Intervenuto a Porta a Porta, il ministro della salute Roberto Speranza ha commentato così la decisione di riaprire parzialmente gli stadi in vista dell'Europeo: "È chiaro che se i numeri saranno alti occorrerà allora trovare una modalità per gestirli in sicurezza".

Roma, tensione e scontri con la polizia alla manifestazione "IoApro"
Controllate anche le fermate di metro, i capolinea di autobus e le aree di parcheggio. Massima l'attenzione in tutta la zona di Montecitorio e piazza Colonna.

Da domani rientro a scuola confermato per 5,6 milioni di studenti
Nelle c.d. zone rosse le attività didattiche del secondo e terzo anno della scuola secondaria di primo grado, nonché le attività didattiche della scuola secondaria di secondo grado si svolgono esclusivamente in modalità a distanza.

Vaccini: oltre 4mila anziani vaccinati in parrochie Sicilia PALERMO
Secondo i dati al momento disponibili e diffusi dalle Asp, sono complessivamente oltre 4 mila gli anziani che si sono vaccinati. La Regione Piemonte ha pubblicato un aggiornamento sull'andamento della campagna vaccinale anti-Covid.

Tuttavia il premier non ha la facoltà di dimissionare i ministri, motivo per cui, stando a quanto riportato da Il Messaggero, Mario Draghi starebbe valutando la possibilità di convincere Roberto Speranza a fare un passo indietro dal suo incarico al ministero, per accettare invece un incarico diverso. Insomma, il rigorista Speranza è già tornato sulle sue dopo le dichiarazioni più "aperturiste" di ieri. Troppi gli errori commessi dal ministro della Salute? "E' dunque inutile e solo molto dannoso per tutto il Paese che la destra e i media che la fiancheggiano proseguano in questo stillicidio a base di calunnie e false notizie". "Ci sono stati ritardi inaccettabili nelle consegne che ci servono". Finalmente ci sono le condizioni per raccogliere i primi concreti risultati del lavoro che svolgiamo da mesi grazie alle vaccinazioni. Diversi i temi toccati, a partire dalle riaperture: "Dopo quattro settimane di chiusure severe le terapie intensive sono ancora al 41%. Dobbiamo ascoltare il grido d'allarme dei medici che non possono essere lasciati solo in trincea", ha evidenziato.

Secondo una non meglio precisata percentuale di cittadini italiani il ministro Speranza doveva essere sostituito molto tempo fa, ma ora a chiederne le dimissioni con un pressing sempre più convinto sono anche i partiti di centro destra, e sebbene non si collochi tra questi, è lo stesso Gianluigi Paragone a chiedere la testa del ministro della Salute.

Condividere