Salvini "Nel prossimo Cdm proporremo il coprifuoco alle 23"

Condividere

Lo ha detto Andrea Orlando a Omnibus, a proposito del Cdm di ieri sera.

La protesta delle Regioni è culminata nella decisione del presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, di convocare alle 15.30 una riunione straordinaria a cui parteciperanno anche comuni e province, attraverso i rappresentanti di Anci e Upi.

Si concentra soprattutto sul coprifuoco l'attenzione di Matteo Salvini. A Palazzo Chigi sperano che i dati epidemiologici migliorino in fretta e non si esclude di poter presto allentare le maglie dei divieti. Intanto nella maggioranza monta il timore che Salvini, tallonato da Giorgia Meloni che cresce nei sondaggi, mediti l'addio al governo, ma pubblicamente sia il segretario che Giorgetti frenano e assicurano che la Lega "non ha obiezioni sulla linea".

Chauvin è colpevole: "Una svolta storica"
Il presidente degli USA ha poi lanciato agli americani un appello all'unità a ad evitare la violenza. Lo ha detto Ben Crump, uno dei legali della famiglia Floyd.

Atalanta, alle 15 in campo contro la Juve
Si tratta di una partita d'altissima quota e che mette in palio tre punti importantissimi per la qualificazione alla prossima Champions League .

Covid in Sicilia,1.384 i nuovi positivi. 10 morti
Sono 1.384 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 27.618 tamponi processati, con una incidenza del 5%. Il tasso di positività è del 4 ,4%, in calo di 0,7 punti rispetto a ieri quando era stato del 5,1%.

Sul coprifuoco è andato in scena il primo strappo ufficiale tra Mario Draghi e Matteo Salvini, con il leader della Lega che ha fatto astenere i suoi ministri durante il Consiglio dei Ministri quando si è dovuto votare per l'approvazione del nuovo decreto.

Dopo l'astensione dei ministri leghisti durante il CdM, le cronache raccontano di un Mario Draghi "profondamente irritato" per questa mossa dopo che il Governo ha in sostanza accolto quasi tutte le richieste del Carroccio.

"Un atto incomprensibile e irresponsabile in questo momento". Poche ore prima condividi un accordo, poi cominci a sparare su quell'accordo e poi ti astieni. Posizione espressa anche dal sottosegretario agli Affari Ue, Enzo Amendola: "Non si può stare al Governo e fare opposizione allo stesso tempo. Non è il momento degli strappi, ma della coesione".

Condividere