Zona gialla e arancione, regole e spostamenti: cosa cambia domani

Condividere

Tutte finora con Rt sotto 1 e rischio complessivo moderato o basso. Da sola, in zona rossa, la Sardegna.

SPOSTAMENTI TRA REGIONI GIALLE - Gli spostamenti tra regioni gialle dal 26 aprile, come evidenziato dalla circolare del Viminale, sono liberi: non serve autocertificazione.

Cominciamo col dire che non sono attese grosse novità rispetto alla settimana in corso.

Tra le regioni arancioni che aspirano alla promozione, spicca la Puglia, che però deve fare i conti con un bollettino 'pesante' per la giornata del 28 aprile: 1.282 i casi di coronavirus registrati, con la risalita della curva di contagi a fronte di una netta diminuzione dei test. Poi c'è la nostra Sicilia, che nella giornata di ieri ha fatto registrare 980 nuovi positivi, con una incidenza negli ultimi sette giorni di 151 casi ogni 100.000 abitanti (Regioni gialle come la Toscana, il Piemonte e la Campania ne hanno di più, rispettivamente 161, 156, 217).

Condannati per mafia con reddito di cittadinanza - 76 persone denunciate
Tra i beneficiari sono stati scovati affiliati di diverse cosche mafiose attive nel capoluogo etneo e in provincia. L'importo complessivo finora riscosso è stato quantificato in oltre 600mila euro .

Perché la variante indiana in Svizzera è un problema anche per noi
Proprio a causa di questa variante l'India è ora in una situazione drammatica che vede crescere sia contagi che defunti. Secondo quanto reso noto da Sky News , nelle ultime 24 ore nella nazione ci sono stati 349.691 nuovi casi di Covid.

Vaccino anti Covid, aperto il portale per persone con elevata vulnerabilità
Attilio Fontana, governatore della Lombardia, ha anche ricordato che la Lombardia "ha superato i 2.250.000 vaccini somministrati e che la media giornaliera si è attestata alle 50.000 somministrazioni al giorno".

La buona notizia è che l'Italia dovrebbe rimanere quasi tutta gialla ancora per una settimana. Lo stesso spostamento, con uguali limiti orari e nel numero di persone, è consentito in zona arancione all'interno dello stesso comune. Per quanto riguarda l'università, "dal 26 aprile al 31 luglio nelle zone gialle e arancioni le attività si svolgono prioritariamente in presenza". Anche per la Puglia sono molto probabili altri 7 giorni in zona arancione.

BAR E RISTORANTI - In zona gialla nuovi criteri di riapertura per bar e ristoranti che potranno ospitare clienti a pranzo e a cena purché all'aperto. "Nelle zone rosse si raccomanda di favorire in particolare la presenza degli studenti del primo anno". Inoltre, alle persone munite della 'certificazione verde', sono consentiti gli spostamenti anche tra le Regioni e le Province autonome in zona arancione o zona rossa. In relazione all'andamento epidemiologico e alle caratteristiche dei siti, si potrà autorizzare la presenza anche di un numero maggiore di spettatori all'aperto, nel rispetto delle indicazioni del Cts e delle linee guida.

SPETTACOLI - Dal 26 aprile riaprono al pubblico in zona gialla cinema, teatri, sale concerto, live club. La capienza massima consentita è del 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all'aperto. Per poter tornare in zona gialla, invece, bisognerà aspettare almeno il 17 maggio.

Condividere