Tensioni a Gerusalemme, Israele: "Lanciati 150 razzi da Gaza"

Condividere

"Se (Israele) vuole un'escalation, la resistenza è pronta e se vuole fermarsi siamo pronti anche noi", ha detto, chiedendo alle forze di sicurezza israeliane di ritirarsi dalla Spianata delle Moschee a Gerusalemme. "I raid israeliani hanno preso di mira una scuola gestita dalla Al-Salah Charitable Society affiliata ad Hamas situata nella città di Deir Al-Balah nel centro di Gaza", ha riferito un corrispondente dell'Agenzia Anadolu (AA) che cita testimoni oculari.

Altri due capi militari di Hamas sono stati uccisi nelle operazioni israeliane delle ultime ore: le forze Idf hanno confermato su Twitter di aver "neutralizzato figure di spicco dell'intelligence di Hamas: Hassan Kaogi, capo del dipartimento di sicurezza dell'intelligence militare di Hamas, e il suo vice, Wail Issa, capo del dipartimento di controspionaggio dell'intelligence militare". Entrambe donne, sono state colpite da un razzo che ha centrato un edificio ad Ashkelon. I bambini hanno dovuto sostenere un'intera nottata tra raid aerei, sirene e bombardamenti. 500 invece sarebbero stati gli attacchi contro obiettivi di Hamas. Si fa sempre infatti sempre più duro lo scontro tra Israele e Hamas, che arriva a coinvolgere anche Tel Aviv.

Dopo una giornata di violenti conflitti, il bilancio ufficiale è di 30 morti: 28 palestinesi, inclusi 10 bambini, e due israeliani. "Hamas e la Jihad islamica pagheranno un prezzo molto pesante per la loro belligeranza".

Il premier ha poi aggiunto che Israele proseguirà con un'operazione intensa, ma che "ci vorrà tempo" per completare la missione.

"Ci sono molti obiettivi" da colpire a Gaza, ha detto Gantz dopo gli attacchi israeliani su centinaia di siti nel territorio da lunedì sera.

Immediata la risposta di Israele che ha colpito a Gaza uccidendo, secondo il portavoce militare, tre miliziani.

Читайте также: Vaccino Covid, superate 20 milioni di dosi somministrate in Italia

Non si ferma lo scontro tra Israele e Hamas.

La risposta di Hamas è arrivata con il lancio di 130 razzi contro Tel Aviv. L'Autorità israeliana per gli aeroporti ha affermato di aver interrotto i decolli all'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv "per consentire la difesa dei cieli della nazione".

Sono 1.050 i razzi e colpi di mortaio lanciati dalla Striscia contro Israele.

"Ora stiamo mantenendo la nostra promessa", ha detto l'ala militare di Hamas. Nella notte il movimento islamista ha annunciato il lancio di altri 110 razzi su Tel Aviv e 100 nel sud dello Stato ebraico, a Beersheva, "come rappresaglia per la ripresa degli attacchi contro immobili abitati dalla popolazione civile".

Israele ha inviato circa 80 aerei da guerra per bombardare Gaza e ammassato carri armati e cannoniere.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere