Coprifuoco alle 23 poi graduali riaperture - le date

Condividere

Ragusa - Da oggi, mercoledì 19 maggio, nelle regioni in zona gialla il coprifuoco è spostato dalle 22 alle 23: per spostare ufficialmente di un'ora le lancette del rientro a casa si è dovuta attendere la firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, e la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del nuovo decreto legge sulle riaperture. A quanto si apprende, i membri del Governo che si sono riuniti questo pomeriggio hanno approvato all'unanimità il calendario aggiornato con le nuove riaperture, delineando una vera e propria "road map".

L'altro tema riguarda i centri commerciali, che potrebbero riaprire del tutto già dal prossimo weekend. A Parigi invece riaprirà il 17 giugno il parco Disneyland Paris, con nuove misure sanitarie e di sicurezza: era chiuso dal 30 settembre a causa del Covid.

"Con dati in miglioramento possiamo allentare e poi superare il coprifuoco", ha confermato il ministro Speranza, sottolineando la sua "ragionata fiducia" nel percorso delle graduali riaperture delle attività.

Sono questi alcuni degli allentamenti che verranno discussi dalle autorità sanitarie italiane in giornata (la cosiddetta Cabina di Regia), e che poi verranno trasmessi al Consiglio dei Ministri per l'approvazione finale tramite decreto.

A partire dal 7 giugno 2021, invece, sarà valido dalle ore 24 alle 5 mentre dal 21 giugno 2021 sarà completamente abolito.

Coprifuoco alle 23 da subito, un ulteriore spostamento alle 24 dal 7 giugno e cancellazione dal 21 giugno, monitorando sistematicamente l'andamento dei dati Covid. Diciamo che noi siamo sulla buona strada. Se i dati sull'epidemia lo consentiranno.

Dopo 14 mesi di chiusura, può essere quindi definitivamente programmata l'offerta turistica sempre più valorizzata negli ultimi anni che permette di salire in quota anche in estate con bici ed e-bike.

Un'altra importante novità è che cambiano i parametri delle zone a colori.

Israele attacca Gaza: la cronaca della guerra in diretta
Il presidente Joe Biden ha avuto una conversazione con Netanyahu e ha fatto sapere che intende sentire i leader della regione.

Salvini in aula bunker a Catania
Salvini, assistito dal suo legale l'avvocato Giulia Bongiorno ha ascoltato in aula la lettura del dispositivo. La sentenza è stata emessa in quanto il fatto non sussiste .

Pass per viaggiare in Italia: c’è la data, ecco quando arriverà
L'Italia ora è decisa a muoversi e lo farà in tempi più brevi rispetto all'UE, come ha sottolineato Mario Draghi dopo il G20. Infatti sarà sufficiente essere vaccinati , oppure essere guariti dal Covid o negativi al test per il coronavirus .

Centri culturali e sociali - Dal 1 luglio riaprono anche centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

Riaprono gli impianti di risalita in montagna.

"Io credo che l'approccio di gradualità e progressività che il Presidente del Consiglio ha sottolineato sia stata la carta vincente per non vedere i numeri crescere in maniera incontrollata e dovrà rappresentare la stella polare anche per le decisioni di domani e dei prossimi giorni", ha dichiarato Locatelli trovandosi in disaccordo con le richieste avanzate dal centrodestra sull'eliminazione totale del coprifuoco e le riaperture anticipate.

"Ora ci aspettiamo riaperture e ripartenza all'aperto e al chiuso".

Intanto dal primo giugno ritorna la consumazione al bancone nei bar e riaprono le sale interne dei ristornati, anche dopo le ore 18:00. La presenza di pubblico è autorizzata per tutti gli eventi e competizioni nei limiti fissati. Con la capienza massima di 1000 persone.

Un protocollo è già stato inviato al Governo dalle associazioni di categoria, in cui si propone di dare il via libera ai banchetti prevedendo il Green Pass per gli invitati.

Da lunedì 24 maggio aperte le palestre, dal 15 giugno ok ai matrimoni, ma con green pass (vale a dire o il certificato di vaccinazione, o quello di avvenuta guarigione o un tampone negativo effettuato nelle 48 precedenti). Le palestre nel frattempo proseguono l'attività outdoor, così come riprendono progressivamente le attività delle piscine all'aperto. Agli ospiti sara' richiesto il pass. Corsi di formazione pubblici e privati: Ripresa in presenza dal 1 luglio.

Condividere