Certificato Covid europeo, c'è l'accordo

Condividere

Accordo raggiunto tra Europarlamento, Commissione Ue e Consiglio europeo sul cosiddetto "green pass", il certificato digitale Covid-19 che permetterà ai cittadini europei di viaggiare durante l'estate.

Pass verde covid, intesa Ue sul 'lasciapassare' per viaggi, turismo e spostamenti.

Il certificato dovrebbe provare l'avvenuta vaccinazione con vaccini approvati dall'Ema (per quelli non approvati la scelta se riconoscerli o meno spetterà agli Stati) o la negatività ad un test. Per quanto riguarda la guarigione dal Covid, l'utilizzo dei test sierologici come prova sarà possibile solo più tardi, con un atto delegato, riferiscono fonti parlamentari, sulla base di "evidenze". Attesterà se una persona è stata vaccinata contro il coronavirus o ha un risultato recente di test negativo o è guarita dall'infezione. Il regolamento sul Green pass Ue resterà in vigore per 12 mesi.

Denise Pipitone, la certezza dell'ex PM Angioni: "Coinvolte due famiglie"
Un appuntamento decisamente da non perdere quello con Chi l'ha visto in programma questo mercoledì sera su Rai 3 . Vicino al luogo in cui era scomparsa c'erano più persone che appartenevano alla cerchia della famiglia allargata.

Coprifuoco Italia, oggi alle 16 la cabina di regia
I dati odierni arrivano a fronte di 262.864 tamponi analizzati, cifra in rialzo rispetto ai 118.924 test eseguiti ieri . I ricoverati sono 13.778 (-135 rispetto a ieri ), di questi 1.754 sono in terapia intensiva (-25).

Covid: Speranza, dal 16 maggio stop quarantena Paesi Eu
I due sono da tra i turisti tedeschi più affezionati del litorale di Jesolo, che frequentano da circa 30 anni. Stop alla quarantena per chi arriva in Italia dai Paesi europei.

Inoltre, la Commissione si è anche impegnata a fornire 100 milioni di euro per l'acquisto di tamponi in caso di necessità e per evitare che i test siano abbordabili. Ulteriori restrizioni nei confronti dei viaggiatori titolari del certificato non sono possibili "in linea di principio", tuttavia potranno essere imposte "ove necessario e in modo proporzionato, sulla base di evidenze, con notifica alla Commissione e ad altri Stati membri", spiega una nota da Bruxelles.

"Abbiamo consegnato questo nuovo strumento a tempo di record per salvaguardare la libertà di movimento per tutti i cittadini", ha commentato a caldo il commissario europeo alla Giustizia Didier Reynders. "Accolgo con grande favore l'accordo politico tra il Consiglio e il Parlamento europeo sulle proposte del certificato digitale Covid Ue".

Condividere