Corruzione, Franco Landella agli arresti domiciliari - TGR Puglia

Condividere

Terremoto al comune di Foggia dove oggi è stato arrestato il sindaco dimissionario Franco Landella (Lega) con la pesante accusa di corruzione. Le indagini della Procura della Repubblica riguardano il primo cittadino e altri amministratori con le accuse, a vario titolo, di tentata corruzione e concussione. Qualche giorno fa Landella era risultato indagato insieme alla moglie, che è una dipendente comunale e faceva parte del suo gabinetto.

Covid, vaccinazioni: disponibili i dati online della Regione Campania
I dimessi/guariti sono 12.816, per un totale di 3.753.965 dall'inizio dell'epidemia. In Piemonte 515 contagi con tasso di positività in leggera crescita, al 2,5%.

Israele attacca Gaza: la cronaca della guerra in diretta
Il presidente Joe Biden ha avuto una conversazione con Netanyahu e ha fatto sapere che intende sentire i leader della regione.

Salvini non andrà a processo per il caso Gregoretti
L'Italia è l'unico Paese dell'Ue dove la sinistra politica ha mandato a processo un ministro non per reati corruttivi, ma per scelte di governo.

Con Landella, che nel frattempo si è dimesso dalla carica di primo cittadino, sono stati raggiunti da misura cautelare a vario titolo altri 4 dipendenti ed amministratori locali: agli arresti domiciliari i consiglieri comunali Antonio Capotosto e Dario Iacovangelo e un imprenditore edile, tutti ritenuti responsabili del reato di corruzione. Era stato lo stesso Landella, al secondo mandato, a dare notizia del passo indietro: "Foggia in questo momento ha bisogno di serenità, di essere tenuta al riparo da ogni tentativo di gettare fango su chi l'amministra con passione e dedizione". Iaccarino è già ai domiciliari perché arrestato lo scorso 30 aprile per i reati di corruzione, tentata indizione indebita e peculato. Nell'inchiesta sarebbe coinvolto anche l'ex Presidente del Consiglio Comunale Leonardo Iaccarino.

Condividere