Covid, dati ancora in discesa. Calabria verso la conferma della zona gialla

Condividere

CATANZARO La Calabria conferma l'andamento in discesa sulla pandemia. In giornata l'Istituto superiore di sanità renderà pubblici i dati del monitoraggio settimanale.

Tutte le Regioni e Province autonome "hanno un Rt medio inferiore a 1, e quindi una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 1". Soltanto la Provincia autonoma di Bolzano riporta una allerta di resilienza. Dati incoraggianti nell'ultimo report che mostra un indice Rt nazionale in discesa e attestato al 0.78 rispetto allo 0.86 della scorsa settimana. Questa settimana, inoltre, "nessuna Regione o Provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica". Sia in base ai nuovi criteri (tra 50 e 150 nuovi casi), sia in base ai vecchi (Rt sotto 1 e rischio basso o moderato). "Con il monitoraggio e le conseguenti ordinanze di oggi - scrive - l'Italia sarà tutta in area gialla". Il tasso di occupazione in terapia intensiva è sotto la soglia critica (19%), con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 2.056 (11/05/2021) a 1.689 (18/05/2021). "Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 14.937 (11 maggio) a 11.539 (18 maggio)", evidenzia il documento.

Cabina di regia lunedì 17 maggio: si decide su coprifuoco e riaperture
Ma la Cabina di regia potrebbe dare l'ok anche alla riapertura anticipata a maggio dei ristoranti al chiuso . Tra il 5 e il 20 giugno chiudono le scuo le, che nella maggior parte delle regioni si fermano l'8 giugno.

Prenotazioni vaccini per over 40, Figliuolo dà il via libera da lunedì
" L'imperativo categorico è accelerare - ha dichiarato Figliuolo in una intervista a La Stampa - Abbiamo già fatto molto, ma dobbiamo allungare il passo".

Tensioni a Gerusalemme, Israele: "Lanciati 150 razzi da Gaza"
Immediata la risposta di Israele che ha colpito a Gaza uccidendo, secondo il portavoce militare, tre miliziani. Israele ha inviato circa 80 aerei da guerra per bombardare Gaza e ammassato carri armati e cannoniere.

Da lunedì 24 maggio l'Italia intera si sveglierà in zona gialla. Lo ha annunciato il ministro Roberto Speranza, che si appresta a firmare una nuova ordinanza dopo che la cabina di regia ha testimoniato il miglioramento della situazione epidemiologica sull'intero territorio nazionale. E' il risultato delle misure adottate finora, del comportamento corretto della stragrande maggioranza delle persone e della campagna di vaccinazione.

Condividere