Tassa successione, fonti Nazareno: "Dote 18enni è proposta per questa legislatura"

Condividere

La proposta del segretario Letta è sbagliata nei tempi e nei modi: "nel merito, ricordo soltanto che stiamo finalmente lavorando ad una riforma complessiva del fisco". "Per la generazione più in crisi un aiuto concreto per studi, lavoro, casa" aveva proposto l'esponente del Partito Democratico. Come è scritto nero su bianco sul sul sito del PD, la tassa colpirebbe l'1% degli italiani che ricevono eredità e donazioni superiori al valore di 5 milioni di euro. "L'unico deputato a parlarne è il Presidente della Repubblica", ha rimarcato.

In questo contesto, infatti, è stato specificato che la dote ai 18enni dovrebbe essere finanziata con l'aumento della tassa di successione annessa a tutti quei patrimoni che superano il milione di euro e distribuita in modo progressivo. "È una proposta del Partito Democratico per i giovani, è una proposta per l'equità e per la giustizia".

Ma il direttore di Libero stronca anche le altre proposte del segretario del Pd. A proposito di cittadinanza, "l'Italia è il Paese d'Europa che la concede con più facilità a prescindere dallo ius soli", fa notare il direttore di Libero. "Una cosa ridicola perché a 16 anni il carattere ancora non si è formato e probabilmente anche le informazioni che sono in possesso di un sedicenne non sono tali da consentirgli una scelta politica", dice il decano del giornalismo italiano.

Draghi stoppa Letta sulla tassa di successione
La reazione a caldo è stata furiosa , ma probabilmente è stata dovuta anche al terrore di quella parola: "tassa". Enrico Letta va alla guerra della tassa di successione .

Formigoni: il Senato conferma la restituzione del vitalizio al Celeste
Formigoni sta ancora scontando la sua condanna, ora ai domiciliari nella casa di Milano , e la pena sarà estinta nel 2023. Una porcheria in pieno stile grillino.

Green pass: le nuove regole su validità e durata
Va inoltre ricordato che il coprifuoco non si applica nelle regioni in zona bianca. Altra questione, quella economica: il green pass è gratuito, ma non il tampone .

In effetti si toglie ai superricchi per dare ai giovani. Certamente questo è lo scopo dell'intero Piano nazionale di ripresa e resilienza - e, riportando l'attenzione sul decreto sostegni bis, ha sottolineato - c'è molto per i giovani nel dl: la casa, i contratti di inserimento, l'intervento per partite IVA e il turismo.

Salvini, la Meloni e Forza italia l'hanno bocciata senza ragionarci su. Il segretario dem vuole mettere le mani nelle tasche degli italiani?

Condividere