Funivia cade nel vuoto a Stresa, 9 morti e 3 feriti

Condividere

Il bilancio è di nove vittime e due bambini gravemente feriti, trovati sul luogo dell'impatto e trasportati in elisoccorso all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino.

Una cabina della funivia che collega Stresa con il Mottarone è precipitata e ha causato la morte di 9 persone, decedute sul colpo. Sono partite anche due eliambulanze del 118. Compie un tragitto di 20 minuti dal lago al Mottarone, e ogni 20 minuti parte una nuova corsa. Una delle cabine della funivia è letteralmente precipitata in prossimità di un pilone, in uno dei punti più alti dell'impianto a pochi passi dalla vetta del Mottarone.

E' salito ad 9 il bilancio delle vittime dell'incidente alla funivia del Mottarone, a Stresa.

Draghi,Italia favorevole a sospensione temporanea brevetti
Angela Merkel , dal canto suo, non si pronuncia sui brevetti ma concorda sulla necessità "di espandere la capacità di produzione" dei vaccini .

Covid, dati ancora in discesa. Calabria verso la conferma della zona gialla
In giornata l'Istituto superiore di sanità renderà pubblici i dati del monitoraggio settimanale . Soltanto la Provincia autonoma di Bolzano riporta una allerta di resilienza .

Covid Lazio, bollettino di oggi 13 maggio: 654 nuovi casi, 21 morti
Allargando il nostro sguardo alla condizione capitolina, nella asl roma 1 si registrano 138 casi e 7 vittime. A Roma i nuovi casi sono 387. "I casi a Roma città sono a quota 310".

Il cedimento della fune si è verificato a 300 metri dalla vetta della montagna dove si trova la stazione di arrivo. Non è chiaro quanti passeggeri ci fossero a bordo, la capacità di trasporto è di 40 persone per cabina.

"La cabina della funivia è caduta da un punto relativamente alto e si è adagiata sul terreno ai piedi di un grande bosco". L'impianto era stato riaperto il 24 aprile, al termine del secondo lockdown ed era stato sottoposto a lavori di ristrutturazione nel 2016. L'intervento risulta particolarmente impegnativo, in quanto la cabina è caduta in un tratto boscoso e impervio.

L'incidente intorno alle 13 di oggi. La manutenzione straordinaria aveva previsto, tra le altre cose, la sostituzione del motore e dei quadri elettrici. I lavori di revisione tecnica dell'impianto sono costati 4 milioni e 400 mila euro, finanziati dalla Regione Piemonte, dal Comune di Stresa, e dalla società di gestione. inaugurata nel 1970, dopo una progettazione durata quasi un decennio: l'impianto fu pensato per sostituire la vecchia ferrovia a cremagliera che, realizzata nel 1911, da Stresa saliva sulla vetta.

Condividere